20
Rotto il muro del silenzio. Nel giorno in cui il Napoli batte 2-1 la Juventus e la spedisce a -8 in tribuna Aurelio De Laurentiis ha scambiato qualche battuta con il procuratore di Lorenzo Insigne, Vincenzo Pisacane. Una notizia importante, in quanto le comunicazioni tra le parti, di fatto, erano interrotte da mesi.


DA DOVE SI RIPARTE - Certo, le posizioni sono ancora distanti. Insigne ha il contratto in scadenza nel 2022, e per rinnovarlo ha chiesto un aumento rispetto ai 4,5 milioni attuali, mentre il Napoli vorrebbe prolungare l’accordo, ma ridurre l’ingaggio. Da questa base si può ripartire, tornare a dialogare con costrutto, capire come venirsi incontro.

IL COLLOQUIO - Perché, alla fine, il Napoli non vuole perdere il proprio capitano, e Insigne resterebbe eccome col 24 azzurro addosso. La chiacchierata tra De Laurentiis e Pisacane, come riporta il Corriere dello Sport, è allora un primo passo deciso, un confronto che dovrebbe proseguire nelle prossime settimane. Un colloquio cordiale, utile a riportare serenità tra le parti. Basta frizioni, ora bisogna capire come scrivere, insieme, il futuro.