Commenta per primo
Lorenzo Insigne, capitano del Napoli, parla a Dazn dopo la vittoria per 4-0 sulla Lazio: "Quanto mi sono divertito? Tantissimo, penso che l'obiettivo di quando scendiamo in campo è divertirci. Al di là del risultato la cosa importante è quella, poi quando arrivano questi risultati siamo ancora più felici".

MERTENS - "Ormai ci conosciamo a memoria. E' solo un bene per noi, sapevamo che perdendo Osimhen potevamo stare tranquilli perché Dries ha dimostrato in questi anni. E' il capocannoniere del Napoli di tutti i tempi, ce lo teniamo stretto".

COLMATO IL GAP SCUDETTO - "Sappiamo che con Sarri abbiamo fatto un grande percorso, siamo andati vicini al trofeo ma non ci siamo riusciti. Spalletti ha portato altre idee e altri metodi. Questo gap lo stiamo colmando piano piano, sappiamo che non è facile ma ogni partita scendiamo in campo per giocarcela e vincere. Anche a Milano sappiamo che abbiamo fatto errori, abbiamo analizzato tanto la partita e oggi siamo scesi in campo con la consapevolezza di essere forti. E l'abbiamo dimostrato".
FESTA MARADONA - "A questo evento ci tenevo tanto in particolare, spero che i tifosi si siano divertiti prima e dopo, perché abbiamo fatto una grande prestazione. Volevamo ricordare Diego con una grande prestazione, ce la godiamo ma sappiamo che tra due giorni giochiamo e dovremo essere bravi a recuperare energie. Il Sassuolo ha fatto una grande gara con il Milan, dovremo essere pronti".

RINNOVO - "Lo so che mi viene sempre chiesto, sono abituato (ride, ndr). Non voglio essere ripetitivo, sto cercando di essere il più spensierato possibile in campo perché non posso pensare a tante cose. Il mio procuratore sta parlando con la società, non spetta solo da me. Io sono sereno e penso solo a giocare. Ormai mi sono rassegnato, la domanda arriva sempre (ride, ndr)".