Calciomercato.com

  • Cagliari-Napoli, le pagelle di CM: Osimhen illude, Juan Jesus rovina tutto. Augello errore killer

    Cagliari-Napoli, le pagelle di CM: Osimhen illude, Juan Jesus rovina tutto. Augello errore killer

    • A. Cinus e G. Annunziata
    Cagliari-Napoli 1-1

    Cagliari


    Scuffet 6: attento in avvio su Raspadori, nulla può sul vantaggio partenopeo. Bravo anche nel finale su Simeone.

    Nandez 6,5: la vera anima del Cagliari. Lotta e corre per tutta la partita senza mollare un attimo.

    Mina 6,5: contiene Osimhen in maniera egregia, che segna solo in un'occasione fortunosa.

    Dossena 7: si coordina con Mina chiudendo perfettamente quasi tutte le incursioni degli ospiti. Suo il lancio vincente per il pareggio.

    Augello 5: primo tempo ottimo ma nella ripresa da un suo errore nasce il vantaggio ospite. 

    (dal 31' s.t Oristanio 6: il suo ingresso porta vivacità alla squadra).

    Deiola 6: ha il compito di lottare a centrocampo e porta a termine il proprio lavoro in maniera sufficiente.

    Makoumbou 6: gioca il pallone senza perdersi tra i soliti tocchi di troppo. 

    Gaetano 5,5: qualche ottimo fraseggio ma forse sente troppo la pressione della sfida contro il "suo" Napoli.

    (dal 16' s.t Viola 5,5: entra per dare una scossa davanti ma non incide).

    Jankto 6: attento, preciso, più presente in fase offensiva rispetto alle precedenti gare.

    (dal 16' s.t Zappa 5,5: non si propone come dovrebbe in fase offensiva, nonostante in difesa non abbia avuto molti grattacapi.

    Luvumbo 7: si assenta per la maggior parte della gara ma è suo il gol del pareggio all'ultimo respito.

    Lapadula 5,5: va bene lottare su ogni pallone ma bisogna anche essere più "cattivi" in area di rigore.

    (dal 16' s.t Pavoletti s.v)

    (dal 31' s.t Petagna 6: fa a sportellate contro la sua ex squadra).

    All. Ranieri 6: Mette in campo una squadra attenta e propositiva, trovando nel finale un punto fondamentale.


    Napoli

    Meret 6: rischia di combinare un pasticcio sul finale di primo tempo quando non esce bene, si scontra con Juan Jesus e cade a terra. Luvumbo, però, a porta vuota spedisce il pallone al lato. Alla fine riesce a chiudere con zero gol subiti.

    Mazzocchi 5,5: manca capitan Di Lorenzo squalificato, è il suo turno sull'out di destra. Spinge quando può però il Cagliari riesce a sfondare nella sua zona (40' s.t. Ostigard s.v.).

    Rrahmani 5,5: enorme brivido alla mezz'ora quando la infila in porta con un colpo di testa, ma la porta è quella sbagliata. Evitato l'autogol per un fuorigioco di Lapadula. Nella gestione delle marcature non fa malissimo.

    Juan Jesus 4,5: complice dell'errore di Meret non assecondando l'uscita del portiere. Soffre i movimenti di Lapadula ma è su Luvumbo che sbaglia completamente perdendo ogni riferimento al 96' regalando così il gol del pareggio al Cagliari.

    Olivera 6: si trova spesso la palla che arriva sul secondo palo e deve essere sempre attento a chiudere il pericolo dalle sue parti.

    Anguissa 6: più esperienza e sostanza del solito. Dà una mano a Mazzocchi in copertura sulla fascia destra.

    Lobotka 6: in un campo lento e pesante come quello di Cagliari deve fare gli straordinari per far girare palla. Non riesce a velocizzare il gioco. Cresce con il passare dei minuti e nel recupero finale sfiora un gran gol.

    Zielinski 5,5: nonostante la situazione contrattuale Calzona decide di affidarsi a lui e alle sue qualità. Qualche buona giocata ma nella propria metà campo e quindi in sostanza fine a se stessa (34' s.t. Cajuste s.v.).

    Raspadori 6,5: i due squilli del primo tempo lo vedono protagonista: scalda i guantoni di Scuffet con un buon mancino da fuori e tenta di inserirsi partendo da sinistra ma Yerry Mina lo ferma d'esperienza in area. È quello più attivo del Napoli e si vede quando recupera palla su Augello andando poi a servire l'assist per Osimhen (34' s.t. Lindstrom s.v.).

    Osimhen 6,5: è tornato il giocatore più importante del Napoli e si sente tutto il peso offensivo. Non si vede troppo per un'ora di gioco, ha pochi palloni giocabili e Yerry Mina che prova anche a innervosirlo. Poi è il suo momento quando Raspadori gli serve un cioccolatino e spinge la palla in porta per il gol che sblocca il match (40' s.t. Simeone s.v.).

    Kvaratskhelia 5,5: combina troppo poco, da uno come lui ci si aspettano giocate che possano decidere la partita. Forse parte lontano dalla porta. Dopo quella contro il Barcellona, arriva un'altra sostituzione (28' s.t. Politano 5,5: pesa l'occasione sbagliata che avrebbe potuto portare il Napoli sullo 0-2 e invece di punta spedisce al lato.).


    All. Calzona 5,5: non poteva fare dei miracoli in così poco tempo eppure stava per portare a casa i primi tre punti. Il problema di questa squadra è nella testa e soprattutto nella personalità, cose che si sono viste veramente poco anche a Cagliari. C'è tantissimo da lavorare, sul gioco, sull'intensità, sulla condizione e di conseguenza sui risultati.

    Altre Notizie