Commenta per primo
Torino-Napoli 1-3

Ospina 6:
partita da spettatore o quasi per il portiere del Napoli che è chiamato a sporcarsi i guantoni solamente su una conclusione di Zaza nel primo tempo che blocca senza troppe difficoltà. 

Hysaj 7: buona prestazione da parte del terzino albanese che dimostra, ancora una volta, di essere a suo agio sia in una fascia che nell'altra. Inizia la partita sulla destra poi, dopo l'uscita di Luperto, Ancelotti lo sposta a sinistra. 

Albiol 6,5: viene superato una sola volta, a inizio secondo tempo, quando rimedia all'errore stendendo poi Belotti e guadagnandosi un'ammonizione. Prestazione più che sufficiente per il difensore spagnolo. 

Koulibaly 6,5: non si fa influenzare dal cartellini giallo che riceve in apertura di match. Rischia qualcosa quando, sull'1-2, calcia via un pallone a gioco fermo. Un arbitro fiscale avrebbe potuto estrarre il secondo giallo.

Luperto 6: Ancelotti lo preferisce a Mario Rui nella formazione titolare. Il giovane terzino pecca di inesperienza a inizio secondo quando stende Berenguer in area di rigore permettendo così al Torino di riaprire la partita. 

(dal 28' s.t. Maksimovic 6: ogni volta che tocca il pallone viene fischiato da tutto lo stadio, regge però bene la pressione)

Callejon 6: rispetto l'altro esterno di centrocampo, Verdi, spinge molto meno sulla propria fascia di competenza. Merito anche di un Aina attento, soprattutto nel primo tempo, a non concedergli troppo spazio. 

Rog 6: è tra i calciatori del Napoli che quest'oggi convincono di meno ma guadagna comunque la sufficienza in pagelle. Ancelotti lo richiama in panchina, a mezz'ora dalla fine, per inserire al suo posto un giocatore più abile in fase di interdizione come Allan.

(dal 14' s.t. Allan 6: prestazione ordinata da parte del centrocampista brasiliano)

Hamisk 6,5: si propone, tocca diversi palloni ed è autore di qualche spunto interessante per i propri compagni di squadra. Il centrocampista slovacco gioca una prestazione ordinata e di grande aiuto per la squadra. 

Verdi 7: l'ex indiavolato della partita. Quando parte sulla fascia sinistra crea sempre problemi alla difesa del Torino e nel primo tempo segna anche il suo primo gol con la maglia del Napoli dopo una bella combinazione con Mertens. 

(dal 9' s.t. Zielinski 6: in questo stadio, contro il Torino, è spesso stato autore di prestazioni superlativa, quasi stupisce vederlo giocare una partita normale)

Mertens 6,5: la scelta di Ancelotti di schierare il belga anziché Milik al fianco di Insigne si rivela indovinata. Anche se non segna Mertens si rivela fondamentale per il successo del Napoli: prima fornisce a Verdi l'assist per il gol dello 0-2, poi dà il via all'azione del terzo gol rubando palla a Izzo.

Insigne 7,5: apre e chiude la partita con i suoi gol. La sua imprevedibilità, la sua tecnica, la sua velocità di esecuzioni sono tutte armi che fanno male al Torino e che consentono al Napoli di portare a casa i tre punti. 


All. Ancelotti 7: non sbaglia praticamente nulla né nella formazione iniziale, né nelle sostituzioni. L'attacco tutta fantasia composto da Insigne e Mertens e la scelte di schierare dall'inizio Verdi e Callejon sulle fasce si rivelano due scelte indovinate.