1

"Con il Chievo ci vorrà forza ed equilibrio, abbiamo davanti tutte finalissime". Walter Mazzarri carico e concentrato lancia la sua carica di adrenalina sia per il match di Verona che per questa fase cruciale del campionato...

Mister, la Juve è a + 6 e dietro si avvicina il Milan. Classifica corta al vertice...

"Non guardiamo gli altri, pensiamo solo a noi stessi, bisogna cercare di vincerle tutte, sono tutte finalissime. La classifica non ci riguarda, io penso solo al Chievo. Ci concentreremo su una partita per volta e poi tireremo le somme. Dietro di noi ci siamo super potenze come Roma, Milan, Lazio, Inter. Stiamo facendo un grande campionato sinora. Noi ce la giochiamo fino alla fine e speriamo di arrivare più in alto possibile"

Che Napoli sarà quello di Verona?

"Ci vorrà equilibrio perchè sappiamo che il campo del Chievo è storicamente difficile. Certamente troveremo un avversario attento e chiuso. Anche la Juventus è arretrata con noi per timore che potessimo agire con le nostre classiche azioni, e lo farà anche il Chievo. Le avversarie ci rispettano e questo è un orgoglio ed anche un aspetto tattico da superare. Io spero che contro il Chievo si vada in campo come siamo andati a Udine, con quel tipo di prestazione. Poi stavolta magari cambierà il vento e segneremo. Sono convinto che a gioco lungo, esprimendoci così, con l'arrivo della primavera possiamo conquistare tanti punti".

Come valuta l'andamento della squadra?

"Il Napoli in dieci partita ha fatto 5 vittorie e 5 pareggi, giocando a Firenze, Roma con la Lazio, Udine. I numeri dicono che abbiamo fatto la media di 2 punti a partita in tre mesi. Cosa che non abbiamo ottenuto neppure nell'anno del terzo posto. E si parla di crisi. Prima del match di Siena avevamo otto punti sotto la Juve, adesso ne abbiamo 6. Ed oltretutto abbiamo fatto meglio della Juve come punti rispetto all'anno scorso. Le statistiche hanno un significato importante se si esprimono su un lungo percorso".

Che modulo ha pensato di adottare?

"Abbiamo tre moduli da poter attuare, è importante avere delle alternative e poter cambiare sistema per poter sorprendere l'avversario. Ormai ci aspettano tutti e dobbiamo provare soluzioni nuove. I ragazzi sono pronti ed anche domani avremo questo atteggiamento a partita in corso se servirà. Dobbiamo stare attenti ad attaccare con giudizio senza scomporci".

Come ha visto Cavani?

"Cavani l'ho visto bene come sempre e l'ho visto bene anche con la Juve. A me interessa che il Napoli segni un gol più degli avversari, lo facesse anche De Sanctis. Cavani dà l'anima per la squadra e questo mi interessa faccia sempre".

Giocheranno Rolando e Pandev nei titolari?

"Rolando giocherà e spero che domani la sua prestazione venga esaltata dal risultato. E' un grande difensore e spero che abbia l'aiuto dei compagni per mostrare il suo valore. Il resto lo vedrete domani. Riguardo Pandev posso dire che un giocatore utilissimo e determinante. Quanti gol abbiamo fatto per assist o iniziative di Pandev? Tanti. Io guardo la prestazione e quello che mi serve per cercare di vincere le partite. Ed in tal senso sia Pandev che Insigne sono preziosi per noi".

Infine un pensiero sul rogo della Città della Scienza...

"Spero che venga subito messa in ordine la struttura e ripristinato presto questo splendido gioiello che Napoli può vantare"