20
Al decimo minuto di Napoli-Lazio ha segnato un giocatore che ha come iniziali la D e la M. Con un tiro a giro di strabiliante bellezza. Proprio nella sera del ricordo di Diego Armando Maradona,  a un anno dalla sua scomparsa. Sembra esserci un disegno del più grande giocatore di sempre dietro la splendida doppietta di Dries Mertens che non è voluto essere da meno alle premesse. 139 gol con la maglia azzurra, il belga nell’Olimpo azzurro ci sta benissimo. E dopo la fondamentale firma sulla vittoria lancia un segnale a Spalletti e alla società: in attesa di Osimhen, le responsabilità non gli pesano affatto. 

Ascolta "Napoli, Mertens è strepitoso: comunicazione arrivata sul rinnovo, la MLS…" su Spreaker.

FUTURO IN BILICO- Il contratto di Mertens è in scadenza, proprio come quello di Lorenzo Insigne, ma al momento il nazionale belga non ha ancora ricevuto una proposta formale dal presidente De Laurentiis. Dries è pronto a giurare amore eterno con il club, nonostante diverse proposte che gli sono arrivate dalla MLS. Il club sta valutando di presentare una proposta per un contratto biennale a 2,5 milioni di euro a stagione rispetto ai 5 attuali. La politica di De Laurentiis è chiara vuole abbassare il tetto degli ingaggi. Quindi non farà deroghe sugli stipendi, soprattutto ad un calciatore in età avanzata. Mertens si sente ancora un ragazzino nonostante i 34 anni, attende una chiamata per sedersi intorno a un tavolo e provare a siglare un nuovo accordo. Nel frattempo si diverte in campo segnando gol bellissimi che fanno sognare una città intera.