192
L'Argentina è viva e può ancora sognare il passaggio agli ottavi di finale. Merito di Leo Messi ed Enzo Fernandez, ma anche dei cambi di Lionel Scaloni che, purtroppo per lui, ha scelto di togliere dal campo Lautaro Martinez pochi istanti prima che la gara svoltasse. E dopo la deludente partita contro l'Arabia Saudita anche quella di oggi contro il Messico si è tramutato in un doppio flop prima di campo e poi fisico.

INVISIBILE - Solo 14 palloni toccati, solo 1 in area di rigore, quasi la metà fra centrocampo e fascia difensiva in ripiegamento. Solo 6 passaggi di cui 3 sbagliati, oltre il 70% di duelli persi, 0 contrasti e 0 alle voci gol, tiri, cross, assist e occasioni totali. In sostanza una prestazione praticamente nulla, sicuramente non aiutato dalla squadra, ma che evidenzia ancora una volta come questo Lautaro Martinez sia quasi un corpo estraneo in questa squadra al punto da metterlo a rischio in vista della sfida decisiva contro la Polonia.

POLONIA A RISCHIO - A rischio anche perché oltre al fattore tecnico-tattico anche quello fisico inizia a preoccupare. L'attaccante dell'Inter è stato infatti accompagnato negli spogliatoi dai compagni per un piccolo problema alla caviglia. Scaloni ha minimizzato in conferenza dicendo che il cambio con Alvarez è stato solo di natura tattica, la stessa per cui in vista della Polonia Lautaro rischia il posto. Alvarez è più mobile di lui e scalpita alle sue spalle e se anche le bocche da fuoco Dybala e Correa recuperano terreno la svolta dovrà arrivare il prima possibile per conitnuare ad essere il 9 titolare della Seleccion..