18
Arkadiusz Milik e un destino che sembra sempre più segnato. L’attaccante polacco ha il contratto con il Napoli in scadenza a giugno del 2021, e di accordi per prolungare, ad oggi, non se ne parla. E allora fioccano contatti, richieste di informazioni e abboccamenti. La Juve da tempo ha lanciato segnali chiari: il polacco piace, Sarri lo stima e lo ritiene perfetto per affiancare Ronaldo e Dybala. De Laurentiis e Giuntoli non hanno gradito la disponibilità di Arek nell’ascoltare le lusinghe del club bianconero, si aspettavano un no secco, che non è arrivato. Sono però consapevoli che, se non dovesse arrivare il rinnovo (come sembra), il classe ’94 andrà venduto questa estate.

LE CONDIZIONI DEL NAPOLI - Non ci sarà alcuno sconto: 40 milioni di euro, qualcosa in più piuttosto che meno. Milik è nel pieno della sua carriera, è un attaccante duttile e, soprattutto, segna, in ogni modo. Oltre a lavorare molto, e bene, per la squadra. De Laurentiis ha chiuso anche agli scambi: serve un’offerta di solo cash, altrimenti non se ne fa nulla. Juve avvisata. In questo scenario, secondo quanto appreso da calciomercato.com, sta provando ad inserirsi l’Atletico Madrid.
CONTATTO CON GLI AGENTI - L’Atletico, infatti, ha effettuato un sondaggio diretto con gli agenti dell’attaccante, palesando l’interesse per Milik. Il polacco piace e il suo profilo contrattuale è un ulteriore incentivo. Al momento i Colchoneros non hanno presentato alcuna offerta formale, ma i primi fili hanno iniziato a muoversi. Il Napoli, dal canto suo, qualora si trovasse costretto a vendere il giocatore, di sicuro lo farebbe con più piacere ad una squadre straniera, che non alla Juve, club con cui De Laurentiis, dallo ‘scippo’ di Higuain in poi, continua ad essere molto rigido. Una pretendente in più, pesante come l’Atletico Madrid di Simeone, per Arek Milik. La Juve ora è chiamata a una nuova mossa: aspettare che sia il tempo a vincere le resistenze di De Laurentiis potrebbe non essere più una strategia vincente.