28
Mercato a zero in questo gennaio per il Milan in virtù degli accordi tra Fininvest e Sino-Europe Sport, ma risolte le questioni societarie la questione sarà ben diversa. Lo sa Galliani, lo sa il duo Fassone-Mirabelli che ha già iniziato un tour europeo per visionare possibili obiettivi, tappe in Germania, Francia e Belgio, ma anche l'Inghilterra resta una meta sempre gettonata. Londra capitale, anche per il mercato rossonero: nei pensieri del Milan c'è Fabregas, ma resta viva anche la pista che porta a Jack Wilshere, sempre più lontano dal rinnovo con l'Arsenal.

OZIL ALLONTANA WILSHERE - In queste prime tre settimane del 2017 infatti i Gunners non hanno presentato alcuna proposta per il rinnovo al centrocampista, ora in prestito al Bournemouth. L'Arsenal è ora concentrato sulle situazioni di Sanchez e Ozil e proprio la trattattiva con il tedesco porta con sè alcuni dettagli che rendono più complicato il rinnovo di Wilshere. Al di là di questioni economiche (Mesut spinge per un aumento importante), Ozil ha legato il suo rinnovo a due condizioni: la permanenza di Arsene Wenger sulla panchina dei Gunners e la possibilità di indossare la maglia numero 10, che per questioni di regolamento non ha potuto prendere in questa stagione (al momento della comunicazione definitiva della numerazione Ozil aveva già la numero 11). Due 'clausole' che vanno in totale contrapposizione con la volontà di Wilshere, legittimo possessore della 10 qualora rientrasse all'Arsenal e contrario alla conferma di Wenger, con il quale il feeling è andato scemando nelle ultime stagioni. Anche i media britannici confermano questa linea, il rinnovo si fa sempre più complicata e di conseguenza crescono invece le possibilità di un addio a giugno.
APPUNTAMENTO A GIUGNO - A un solo anno dalla naturale scadenza del contratto (2018) l'Arsenal non potrà però avanzare alte pretese per il cartellino di Wilshere, una cifra nettamente inferiore rispetto ai 30 milioni di euro chiesti la scorsa estate per una cessione a titolo definitivo. La prospettiva di un colpo low cost attira e non poco anche il nuovo Milan, pronto ad un offensiva più decisa rispetto alla mail esplorativa di agosto: allora il centrocampista inglese rifiutò, meglio una realtà con minori pressioni come il Bournemouth per ritrovare continuità dopo un paio di stagioni travagliate e con troppi infortuni, ora però la condizione psico-fisica è brillante e Jack è alla ricerca di un progetto ambizioso nel quale imporsi e con il quale riguadagnarsi anche un ruolo da protagonista con la nazionale. E i rossoneri possono offrirlo: a luglio si preannuncia un ampio ricambio e servono giocatori di qualità ed esperienza internazionale per rinforzare una rosa che con Donnarumma, Locatelli e compani ha già dimostrato di avere un potenziale giovane e ancora migliorabile. Wilshere resta sulla lista del Milan e il triangolo con l'Arsenal e Ozil può offrire un assist importante per la prossima estate.

Twitter: @Albri_Fede90