Commenta per primo

Pagelle calciomercato Genoa: Lestienne è solo l’ultimo super colpo
Ennesima rivoluzione in casa Genoa ma questa volta Enrico Preziosi ha fatto davvero le cose in grande. Gasperini aveva bisogno di uomini nuovi per il suo 3-4-3 e il presidente si è adoperato per portare a Genova non solo le prime scelte ma anche i sostituti ideali, il caso Matri-Pinilla lo dimostra. Sabatini strappa ai rossoblù la corona di re del mercato ma la sensazione è che quest’anno a Marassi ci sarà da divertirsi.

ACQUISTI: Solita girandola di nomi ma a differenza delle ultime due stagioni ognuno è stato ragionato e acquistato seguendo una strategia comune. In difesa si aggiunge un tipo tosto come Roncaglia, arrivato dopo una trattativa infinita con al Fiorentina. Il Genoa si aggiudica anche il giovane di belle speranze Izzo pronto a sostituire i titolari in caso di indisponibilità. La rivoluzione colpisce soprattutto centrocampo e attacco. In mediana sono arrivati Rincon, svincolato, che ha impressionato alla prima, Mussis, la “trottola” argentina tutta da scoprire dopo il fallimento al Copenaghen e Greco, uomo di esperienza che dovrà fare da tutor a Sturaro ancora per un anno a Genova prima di approdare alla Juventus . L’addio di Vrsaljko ha costretto ad un doppio innesto a destra: Rosi ha tanta serie A alle spalle e può tornare utile ma al momento Gasperini preferisce Edenilson, arrivato dall’Udinese dopo un lungo tira e molla. Cambia tutto in attacco e il Grifone ci guadagna. Matri e Pinilla sono state ottime operazione, ora il tecnico di Grugliasco ha a disposizione due punte centrali che sanno fare tutto, un’altra storia rispetto all’anno scorso quando se mancava Gilardino erano dolori. Il colpo last minute Lestienne potrebbe rivelarsi il più azzeccato. Preso in prestito con un milione e 20 milioni di euro di riscatto da un fondo del Qatar, viene segnalato come l’ennesimo super talento belga, i tifosi non vedono l’ora di vederlo in azione. Intanto si godono Perotti, ottimo alla prima, che Preziosi ha strappato a 300 mila euro al Siviglia. Tre anni fa valeva 48 milioni come scritto nel suo contratto alla voce clausola rescissoria. La sorpresa potrebbe essere Iago Falque, nelle giovanili ha giocato con le maglie di Real Madrid, Barcellona e Juventus, segnale che le qualità ci sono. Il Tottenham lo ha svenduto a un milione, ora tocca a lui spiccare il volo.

CESSIONI: Sturaro alla Juve per 5 milioni subito e tre l’anno prossimo e Vrsaljko al Sassuolo per quasi 4 milioni più il 40% della prossima vendita sono addii dolorosi ma che non si potevano evitare. Se il Genoa ha fatto il mercato che ha fatto lo deve a queste entrate in cassa. Rispetto agli altri anni la porta è stato poi chiusa e merito di Preziosi è stato quello di trattenere Perin e Kucka. Le altre uscite sono servite ad alleggerire il monte ingaggi, come da indicazioni date dal bilancio in rosso. Di Matuzalem, Calaiò, Cabral, De Ceglie, Motta, Sculli, Jankovic, Konatè e Centurion, Gasperini non sentirà molto la mancanza. Discorso diverso per Portanova. L’ex capitano è nel cuore dei tifosi ma i rapporti con il tecnico erano irrecuperabili. La rescissione del contratto è la soluzione più giusta: bravo il giocatore a non impuntarsi, ottima la società a non andare ad una inutile guerra.

BILANCIO: Quasi dieci milioni in entrata con soli due nomi e pochissimi euro usciti dalle casse di Villa Rostan. Il saldo finale è positivo ma va rimarcato che moltissime operazioni, da Matri a Lestienne, solo per citarne due, sono state chiuse sulla base del prestito con diritto di riscatto. Il Genoa ha risparmiato quest’anno per poter avere margini di manovra la prossima estate. Ottimo il lavoro di sfoltimento e della riduzione del monte ingaggi. Portanova e Matuzalem guadagnava oltre un milione. Nessuno di quelli appena arrivati raggiunge quella cifra. Neanche Matri che verrà pagato per 900 mila euro dal Genoa e per 1,6 milioni dal Milan.

VOTO 7,5. Prendere nello stesso mercato Lestienne, Pinilla, Matri e Perotti perdendo solamente Vrsaljko e Sturaro, ma solo il prossimo anno, significa aver superato ampiamente la sufficienza. Se a questo si aggiunge che adesso Gasperini ha due giocatori perfetti per ogni ruolo è facile capire perché Preziosi sul mercato ha fatto di nuovo la voce grossa. Roma e Fiorentina rimangono avanti nella speciale classifica ma loro hanno ambizioni e casse decisamente diverse dai rossoblù.