Commenta per primo
Il bello del calcio. Quando il gioco esprime talento e libertà, lo si può definire anche rivoluzionario. Lampeggiano già le immagini colorate del campionato del Palermo, nella memoria dei tifosi: in primo piano Javier Pastore, Abel Hernandez ed Edinson Cavani. Il quotidiano argentino Olé li ha appena definiti 'le tre gioie', i sudamericani migliori della storia rosanero. E la società riparte dalle loro gesta: con il trio delle meraviglie il futuro appare già pieno di certezze. Cavani decisivo contro l'Atalanta, a quota 13 gol (l'anno scorso 14, ma con una gara in più): l'uruguaiano è a -6 reti da Dante Di Maso e a -7 dal nuovo miglior goleador di sempre Miccoli (41). Hernandez con 7 acuti corre veloce nei sedici metri, Pastore con 3 reti e svariati assist conferma quanto di buono si dice sul suo conto da più un anno. Il nuovo Palermo si rilancia con i sudamericani. (La Gazzetta dello Sport - Edizione Sicilia)