Commenta per primo
Avrebbe potuto ripensarci in caso di Champions League, ma adesso non ci sono più dubbi: Giovanni Tedesco appenderà le scarpette al chiodo. Ieri Delio Rossi ha capito e ha concesso qualche minuto al centrocampista palermitano, che così ha potuto salutare il calcio a modo suo. Ritagliandosi un piccolo scenario da protagonista. A pochi secondi dalla fine di Atalanta-Palermo, Tedesco, 38 anni compiuti qualche giorno fa, si è incuneato in area avversaria e si è procurato il rigore decisivo trasformato da Cavani. Una vittoria inutile in chiave Champions ma non per il giocatore nato a Palermo e innamorato di Palermo. Per lui, quasi certamente, si aprirà una nuova parentesi in rosanero: dal campo alla scrivania, da calciatore a dirigente.