Commenta per primo

Due anni fa fu lo spareggio per un posto in Champions League: da una parte il Palermo di Delio Rossi, dall'altra la Sampdoria di Gigi Delneri. Finì con un pareggio che premiò le ambizioni dei blucerchiati e costò un crociato a Miccoli che, dopo avere realizzato l'1-1 con la gamba già fuori uso, restò ancora qualche minuto in campo per provare a fare il... miracolo. Era il campionato 2009-2010 e le due società facevano parte della nobiltà della Serie A, superate in classifica solo da Inter, Roma e Milan.

Tre stagioni dopo il confronto si ripete al 'Barbera' ma con altri obiettivi: la Samp è tornata nel massimo campionato dopo la retrecessioni in B e il Palermo alberga dall'inizio del campionato nei bassifondi della classifica. Si lotta e probabilmente si lotterà per tutta la stagione per il traguardo della salvezza che metterà in palio domenica nel lunch-match, stregato storicamente ai colori rosanero (5 sconfitte in altrettante partite all'ora dell'aperitivo), 3 punti pesanti. Zamparini l'ha definito uno 'scontro fratricida nel quale chi perde potrebbe farsi molto male', sicuramente è uno scontro tra due squadre deluse e incerottate.

(La Sicilia)