31
Il direttore sportivo della Juventus, Fabio Paratici, ha parlato nel prepartita della sfida che vedrà i bianconeri affrontare la Sampdoria e che potrebbe valere lo scudetto.

SARRI - "Sì, è un protagonista. Mi ha fatto piacere ascoltare chi ha detto che ha una grande preparazione. Ha fatto una scalata incredibile e merita questa posizione. Ha fatto bene al Chelsea, al Napoli. E' nel posto che si merita". 

SCUDETTO - "Scudetto della liberazione? Definizione che non mi piace. A questo punto hai voglia di arrivare all'obiettivo, sei abituato ad avere critiche in tanti passaggi della stagione. E' grande gioia se arriverà. Le partite, in questo momento, sono strane e hanno meno logica di prima. Bisogna essere cauti, attenti e arrivare all'obiettivo". 
COSA RAPPRESENTA - "Il nono scudetto va conquistato sul campo, quando vinci un titolo è sempre straordinario e bisogna viverlo con il giusto entusiasmo come stiamo facendo questi giorni. Speriamo di arrivare a dama, come si dice...". 

LA CHAMPIONS - "Passa tutto dalla Champions? No, è un torneo molto particolare in cui bisogna arrivare alle partite decisive nelle migliori condizioni. E' un torneo, al di là della bravura dei club, c'è anche una parte difficile da calcolare... il campionato, su 38 giornate, bene o male chi arriva prima è perché lo merita. E' più distribuito. Discorso banale, ma veritieri". 

RINNOVO DYBALA - "Siamo a buon punto, parliamo spesso con il suo entourage. Stiamo avanzando con tutte le tempistiche del caso, giochiamo ogni 2 giorni, trasferte, impegni, preparazione. E' difficile avere attività collaterali al calcio, ma stiamo parlando frequentemente".