45
Orrore in Francia. Un 47enne professore di storia e geografia al liceo del Bois d'Aulne a Conflans-Saint-Honorine, nella periferia occidentale di Parigi, è stato decapitato con un coltello da uno studente di 18 anni nato a Mosca di origine cecena. Il quale avrebbe urlato 'Allah akbar' prima di compiere l'omicidio, pubblicare le immagini del suo atto su Twitter (scrivendo "Da Abdullah, servitore di Allah, a Macron capo degli infedeli") e infine essere stato ucciso dai poliziotti nel vicino comune di Erigny. 

Nei giorni scorsi, durante un corso sulla libertà d'espressione, il prof. aveva mostrato in classe le caricature di Charlie Hebdo su Maometto. La polizia ha fermato quattro persone nella cerchia familiare dell'aggressore, tra cui un minorenne. La procura antiterrorismo ha aperto un'inchiesta. 

Il presidente francese Emmanuel Macron ha dichiarato sul luogo del delitto: "Il professore è vittima di un chiaro attentato terrorista islamico, voglio dire agli insegnanti che tutta la Francia è con loro. Il terrorista ha voluto compire la nostra Repubblica, ma la violenza non vincerà e non riuscirà a dividere il nostro Paese".