Commenta per primo

Il Parma, rivoluzionato da Marino con un'inedita difesa a tre e l'esclusione di Zaccardo, parte bene e crea tre occasionissime da gol nel giro dei primi 22'. Su una punizione di Giovinco si supera Antonioli, mentre due conclusioni da ottima posizione di Modesto e Candreva escono di un niente. Gol sbagliato, gol subito. Al 31' Rosina si inventa un tiro da fuori che buca un distratto Mirante. E così con la prima conclusione il Cesena passa in vantaggio. Marino per dare la svolta inserisce Crespo al posto di Dzemaili in avvio di ripresa, ma ancora una volta Antonioli si supera prima su Amauri e poi su Valiani. Ficcadenti toglie a sorpresa Rosina (al suo posto Giaccherini), eppure la sorpresa più grande non è questa ma il fallo clamoroso di Felipe su Amauri. È rigore, che Crespo trasforma (65') per il pareggio. Il Cesena però ripassa in vantaggio al 34' con Sammarco, abile a sfruttare un assist di Ceccarelli; il Parma a questo punto tenta il tutto per tutto e raggiunge un insperato pareggio con Palladino che, al 44', di destro supera Antonioli per il 2-2 finale.

PARMA

L'attaccante del Parma, Raffaele Palladino: 'Io non vedo tutto così nero, anche se capisco lo stato d'animo dei tifosi che hanno tutto il diritto di essere scontenti. Da un certo punto di vista lo siamo anche noi giocatori, ma quello che è chiaro è che diamo l'anima sino all'ultimo. Lo abbiamo fatto anche con il Cesena, perché se no non avremmo pareggiato in extremis. Siamo rimasti in partita sino all'ultimo, portando a casa un pareggio che è importantissimo. Credo che l'importante fosse non perdere contro di loro. Certo, adesso il margine sulla terz'ultima peggiora per il risultato del Lecce, ma sappiamo benissimo che la battaglia sarà così fino alla fine del campionato'.

CESENA

Il difensore del Cesena, Maurizio Lauro: 'E' una partita che lascia molti rimpianti, potevamo vincere e soprattutto meritavamo di vincere ma è andata come andata. È un 2-2 difficile da commentare perché pesano due episodi importanti. Il loro rigore ad esempio non c'era, Felipe non ha commesso fallo su Amauri. E questo purtroppo ci ha costretto a spendere energie importanti per tornare avanti. Ce l'abbiamo fatta, ma ancora una volta siamo stati sfortunati nel finale, dove spesso prendiamo gol. Ci ha punito Palladino, ma se c'era una squadra che meritava di vincere era il Cesena. È un peccato perché vincendo avremmo portato il Parma nella zona ancora più calda. E poi ci sono stati degli altri risultati che ci giocano contro come il successo del Lecce e il pareggio del Brescia'.