95
Pietro Pellegri è un nuovo giocatore del Milan e oggi è stato presentato in conferenza stampa: le sue dichiarazioni: "L'esperienza a Monaco non è stata fortunata, ora il futuro è in discesa".

IMPATTO CON IL MILAN - "Ho trovato subito un ambiente familiare, una struttura dove c'è tutto per pensare solo al calcio e stare bene".

IBRA E GIROUD - "Giocare con questi due attaccanti e per una squadra come il Milan è un sogno. Come ho già detto sono venuto qua per imparare e migliorare guardando questi due campioni".

NUMERO DI MAGLIA - "Ho scelto il 64 perché è l'anno di nascita di mio padre".

ARRIVA AL MILAN AL MOMENTO GIUSTO DELLA CARRIERA? - "Sicuramente arrivo qua con la voglia di riscattarmi e far vedere quanto valgo e ripagare la fiducia della società".

L'AMORE PER IBRA - "E' stata un'esperienza magnifica incrociarlo. E' da quando piccolo che è il mio idolo, quando ieri l'ho salutato e gli ho dato il cinque è stato bellissimo".

COSA PUO' IMPARARE DA IBRA - "Solo allenarmi con lui può stimolarmi, da lui posso imparare tutto. C'è sempre da imparare, da un campione come lui ancora di più".

I CONSIGLI DI PAPA' - "Le lacrime di mio padre all'esordio sono state normali. Vedere il proprio figlio segnare nello stadio della loro città è una grande emozione".

RIFAREBBE LA SCELTA MONACO? - "La scelta di andare al Monaco la rifarei, anche se non è stata un'esperienza positiva è stata formativa e mi ha aiutato a crescere sotto tanti punti di vista".

PUNTA A RIMANERE A LUNGO AL MILAN - "Certo è il mio obiettivo, fare bene qua e convincere la società a riscattarmi per restare in questa grande società".
SFORTUNA E INFORTUNI - "Gli infortuni arrivano, sicuramente sono stato sfortunato. Ora comunque ho solo cose positive in testa, è acqua passata quella".

INSEGNAMENTO - "Il Genoa è casa mia, se devo descrivere in una parola dico 'casa'. Al Monaco è stata un'esperienza formativa, il Milan invece è un sogno".

PARLATO CON PIOLI - "Il mister si aspetta determinazione, voglia di lavorare e che sia a disposizione della squadra come è giusto che sia, e io lo sono. Voglio migliorare, sono a disposizione della squadra".

OBIETTIVI IN STAGIONE - "Non mi sono prefissato dei numeri, scendo in campo e do il massimo per aiutare la squadra. Poi se giochi dando il massimo i gol arrivano".

COSA DEVONO ASPETTARSI I TIFOSI DA PELLEGRI - "Voglia di lavorare, determinazione".

NAZIONALE - "E' un sogno e rimane un sogno, che possa diventare un obiettivo non lo nascondo. Tutto arriva lavorando, con determinazione e voglia di crescere tutto arriva".

PIOLI - "Compiti specifici non me ne ha ancora dati, mi ha solo detto che vuole giocatori con voglia di lavorare, determinazione e disposti ad aiutare la squadra".

GIROUD - "Anche lui è un giocatore che ha vinto Champions, Mondiale, è un campione e anche lui può aiutarmi tantissimo. Posso allenarmi con lui e migliorare guardandolo e studiandolo".

CHAMPIONS LEAGUE - "Quello è un altro sogno, penso che per tutti i bambini sia un sogno giocare la Champions".

PRESTITI INTEGRATI BENE AL MILAN - "Sicuramente io ho la voglia di restare qua e dimostrare. Ho fame. Spero di riuscire a convincere la società a riscattarmi e diventare un giocatore tutto del Milan".