24

L’impressione è che nel corso di questa stagione, più delle precedenti, la Juventus possa onorare il significato latino del proprio nome. Giovinezza, appunto. L’ampia rosa dei bianconeri, oltre ai nomi di campioni già fatti e formati, conta quelli di ragazzi che ancora hanno molto da chiedere e da offrire alla ribalta del calcio. Kulusevski, Chiesa, De Ligt, McKennie, Demiral, Frabotta e Portanova. Un tesoretto proprio niente male che nelle mani di Andrea Pirlo potrebbe con il tempo trasformarsi in un autentico capitale da record.

CONTINUA A LEGGERE SU ILBIANCONERO.COM