32
L'allenatore della Juventus, Andrea Pirlo ha dichiarato a DAZN dopo la vittoria nell'anticipo di campionato contro il Cagliari: "Gli interpreti possono cambiare, ma il nostro gioco no. Stasera abbiamo fatto un'ottima partita, soprattutto il primo tempo. Importante avere il dominio del gioco, importante una partita del genere per la crescita e la fiducia della squadra". 

SU ARTHUR - "È il giocatore che ci aspettavamo, veniva da un campionato diverso, ci vuole un po' di ambientamento anche per il modo di allenarti. Ha avuto un periodo iniziale dove giocava e non giocava, adesso sta molto meglio ed è importante per il nostro modo di uscire palla al piede, dà grande sicurezza". 

SU DE LIGT - "Matthijs è un campione
e lo ha confermato nella prima partita dopo tanto tempo che non giocava. Scalpitava ed è stato bravo, anch'io ero curioso di vederlo in campo". 

SU CR7 - "Finché segna due gol a partita ci teniamo stretto il nostro giovanotto... Ha doti sovrannaturali, siamo fortunati che giochi qui. Mi dà sempre la massima disponibilità in allenamento e in partita". 
SU RABIOT - "E' un centrocampista completo, raramente ho visto uno così forte fisicamente e tecnicamente. Sta migliorando, ma nemmeno lui conosce tutti i margini di crescita che ha ancora. Lavoriamo mentalmente per fargli capire che è un campione". 

SU BERNARDESCHI - "Sono felice per lui, gli ha fatto bene giocare in Nazionale. E' forte e ha tante qualità, per dimostrarle deve sentirsi libero di testa senza pensare troppo a quello che succede fuori". ​

SU DYBALA - "Paulo è un attaccante, una seconda punta, appena sarà al top della condizione lo metteremo nella posizione sua ideale. È da due settimane che prendeva antibiotici per un vecchio virus, però ha lavorato bene in questi giorni e stasera ha avuto anche un po' di gamba che gli mancava nell'ultimo periodo".