37
Che fine ha fatto Marko Pjaca? Questa una delle domande dei tifosi bianconeri, ma non soltanto della Juve. L'attaccante croato, strappato a suon di milioni alla concorrenza di Milan e Borussia Dormtund nell'estate del 2016, si è poi perso tra un infortunio e l'altro, anche dopo i prestiti con Schalke 04 e Fiorentina. Passando un'estate al lavoro, così come l'inizio di questa stagione nonostante qualche ulteriore contrattempo fisico. E ora Pjaca è quasi pronto a tornare in campo, forse con la Primavera bianconera anche se una convocazione in campionato con il gruppo di Maurizio Sarri non è da escludere, in lista serie A c'è anche lui d'altronde. Poi però sarà tempo di andare via.

IL PRESTITO – Difficile in questo momento farne una valutazione reale, quando la scadenza del suo contratto si avvicina (30 giugno 2021) e le presenze negli ultimi anni sono state troppo poche. Così come è complicato trovare qualche club disposto ad investire una cifra importante per il cartellino di Pjaca, complice una condizione fisica che ha rallentato l'esplosione di un talento su cui Fabio Paratici sembra puntare a occhi chiusi. Si concretizza quindi l'ipotesi di un prestito, magari secco, per la seconda parte di stagione. I contatti con il Verona sono ripresi dopo i primi timidi tentativi estivi, ma strada facendo è il Genoa ad aver mosso passi un po' più concreti anche grazie a un canale diretto come quello che da sempre unisce Juventus e il club rossoblù. E pure il Brescia potrebbe diventare un'ipotesi, anche considerando gli interessamenti dei bianconeri per Sandro Tonali e, più sullo sfondo, Andrea Cistana. Pjaca sta tornando, per capire da dove possa ripartire è solo questione di tempo.