9
Succede di tutto, al Tombolato, dal primo minuto al 120esimo. Il Cittadella, quinta in regular season, attende il Frosinone, ottavo e in crisi, con una sola vittoria nelle ultime 12. E ad avere la meglio, all'ultimo respiro, è la squadra di Nesta, bravissima a ribaltare un match che sembrava perso dopo 45 minuti. Partono forte i padroni di casa: Diaw va in gol dopo 5 su rigore, e nel recupero, in spaccata, fa 2-0. Ed è qui che, paradossalmente, cambia il match: il Frosinone non ha più niente da perdere e si va a riprendere il match. 

Sempre nel recupero del primo tempo, al quarto minuto, è Salvi a segnare il gol del 2-1; poi, dopo pochi minuti della ripresa, Dionisi, dal lato corto dell'area, posizionato a sinistra, fa partire un tiro a giro che finisce alle spalle di Paleari. E' 2-2, il che vuol dire supplementari. Bardi è bravo a tenere in partita i suoi, così come Paleari a farsi trovare sempre pronto, ma è al 121esimo che si decide il match: rimessa lunga in area del Frosinone, libera la difesa di Venturato, ma la palla finisce al limite sul piede più educato in campo. Quale? Il mancino di Ciano, che al volo, con un siluro, fulmina il Cittadella, gonfia la rete e fa esultare Nesta. Ora sarà Frosinone-Pordenone, con l'ex difensore del Milan che, a fine partita, corre felice in mezzo al campo insieme ai suoi ragazzi.  .