26
Alla fine ci saranno le due squadre più forti, quelle che fin dall'inizio erano considerate le favorite per la vittoria finale. Padova e Alessandria si giocheranno il tutto per tutto in una doppia sfida al cardiopalma, che non sarà certo priva di emozioni. Un po' come il percorso delle due squadre nelle fasi precedenti dei playoff, che hanno visto Padova e Alessandria più volte vicine al tracollo. E non sono escluse le semifinali, in cui le emozioni si sono rincorse lungo tutto il corso dei minuti giocati.

SORPRESE SFIORATE - Il Padova, infatti, è stato vicino a dire addio alla competizione dopo aver pareggiato in casa contro l'Avellino nella gara di andata. Agli uomini di Mandorlini serviva un successo in trasferta per assicurarsi la finale e così è stato. Trionfo di misura, con lo 0-1 che è stato sufficiente per permettere alla squadra di avanzare e tenere fede alle aspettative, che hanno sempre visto i veneti come favoriti assoluti. L'Alessandria, invece, ha vissuto giornate opposte, perché dopo il successo esterno nella gara di andata contro l'Albinoleffe tutto sembrava fatto. E invece il ritorno ha raccontato una storia diversa, con la partita risolta solo ai supplementari dopo il 2-1 in favore degli ospiti nei tempi regolamentari che aveva fatto paura ai tifosi dei Grigi.
LA FINALE - Come detto, però, in fondo sono arrivate le due squadre più forti, che già in stagione avevano sfiorato la promozione diretta: il Padova arrivando a pari punti col Perugia (favorito solo dagli scontri diretti a favore) e l'Alessandria piegandosi al Como alla penultima giornata. Le gare sono in programma per il 13 e 16 giugno e i pronostici sono quanto mai incerti. Il Padova, probabilmente, è più forte, ma l'Alessandria arriva da un momento di forma migliore e comunque vada c'è una certezza: anche la finale saprà regalare spettacolo.