Il Crotone del presidente Gianni Vrenna non arretra di un centimetro. E mentre da una parte porta avanti il mercato per allestire la squadra, dall’altra è costretto a lottare su più fronti. Uno di questi è l’assurda vicenda delle plusvalenze fittizie di Chievo e Cesena.

I legali del Crotone calcio, Giancarlo Pittelli e Elio Manica, hanno inviato questo pomeriggio una Pec al Tribunale federale nazionale – sezione disciplinare – con la richiesta di anticipazione alla prima data utile del processo sportivo a carico del Chievo Verona. Una richiesta, quella degli avvocati del Crotone, formulata per evitare ulteriori danni alla società calabrese rispetto ad un procedimento che, come richiamato nella Pec, doveva essere concluso prima dell’ìnizio del campionato di Serie A, stante i comunicati ufficiali della Figc e le norme sulla rapidità dei procedimenti richiamati nella richiesta al Tribunale federale. Contestualmente gli avvocati Pittelli e Manica hanno chiesto la costituzione come terzi interessati nel procedimento sportivo a carico della società del presidente Luca Campedelli.