901
Si arricchisce di una nuova pagina l'inchiesta Prisma della Procura di Torino contro la Juventus sulle ipotesi di reato di falso in bilancio, dichiarazioni false in Borsa e fatture fittizie a carico di Andrea Agnelli, Pavel Nedved, Fabio Paratici e altri dirigenti fra attuali ed ex.

ANCHE GABASIO INDAGATO - Nel registro degli indagati è apparso ufficialmente da oggi anche l'avvocato Cesare Gabasio che è il protagonista di una delle intercettazioni più importanti in mano agli inquirenti, quella che rigurada la celebra "carta privata" sottoscritta con Cristiano Ronaldo e che, come riportato da La Stampa, vede protagonista l'avvocato che fa capo direttamente ad Agnelli e l'attuale direttore sportivo Federico Cherubini.

L'INTERCETTAZIONE - A far scattare l'interesse dei PM di Torino è stata proprio l'intercettazione fra Gabasio e Cherubini in cui l'avvocato risponde così al ds il 23 settembre 2021, intercettato dalla guardia di Finanza: "Ti dico solo questo: ho fatto un discorso col pres (verosimilmente Agnelli ndr.). Gli ho detto che io non arriverei a fare la causa contro di loro. Fede, ti spiego solo perché noi abbiamo quella carta lì che tecnicamente non deve esistere. Se salta fuori ci saltano tutti alla gola sul bilanci…i revisori e tutti…poi magari dobbiamo fare una transazione finta… Non arriverei all’estremo di fare una causa perché poi quella carta lì che loro devono tirare fuori non è che ci aiuti tanto a noi".