Commenta per primo

Fa discutere in Polonia l'accusa mossa contro l'ex portiere della nazionale Jan Tomaszewski di essere una spia al servizio dei servizi segreti comunisti. Tomaszewski è considerato una sorta di eroe per i due rigori parati in due partite nei Mondiali del 1974 e ora è impegnato in politica con il partito Legge e giustizia, di estrazione filo-cattolica e destrorsa.