Commenta per primo

Emiliano Froldi, portavoce di Felipe Melo, parla del giocatore brasiliano, il cui Mondiale si è chiuso fra le polemiche in seguito all'espulsione rimediata durante il match fra il suo Brasile e l'Olanda.

"Felipe Melo ha certamente disputato un buon Mondiale, peccato per quell'espulsione contro l'Olanda - spiega ai microfoni di Sky Sport 24 -. In ogni caso volevo sottolineare come la contestazione al ritorno in Brasile non è stata così violenta come in molti hanno descritto. Ora il calciatore sta con la famiglia, non è sotto assedio e molti tifosi, sia brasiliani che juventini, stanno esprimendo sostegno e supporto a Melo. Devo dire che la situazione è molto tranquilla e lo stesso calciatore, subito dopo la partita, ha espresso delusione e ha chiesto immediatamente scusa per il suo gesto. Una volta tornato in Brasile ha sia parlato con i suoi compagni che con Cafù e Roberto Carlos che gli hanno espresso solidarietà e supporto. La stessa cosa vale per i suoi compagni della Juve quindi tutte queste situazioni, queste parole lo hanno tirato su di morale. Lui è un ragazzo allegro e solare, ha sempre molti amici sia in Brasile che nella Juve".

"Spero che i tifosi bianconeri lo accolgano bene - aggiunge Froldi -. Lui è sempre l'idolo della tifoseria quindi spero in un'accoglienza che lo possa aiutare a dare il massimo nella sua squadra perché vuole dimostrare di essere un campione. Se arrivasse un trasferimento? Chiaro che dimostrare il proprio valore e riscattarsi è quello che il giocatore vuole bisognerà poi vedere quello che accadrà e quello che la società vorrà. Ieri ha parlato Marotta, poi vedremo quello che succederà nelle prossime settimane".

CLICCA QUI PER ACCEDERE ALLA SEZIONE 'SPECIALE MONDIALI'