Commenta per primo

Cesare Prandelli è pronto alla finale di Euro 2012. Il ct dell'Italia ha dichiarato nella conferenza stampa della vigilia: "La Spagna è la migliore al mondo, l'ha dimostrato in questi anni mantenendo le proprie caratteristiche. Ho sempre detto che è la squadra da battere. La Spagna non è solo possesso palla, ma anche la capacità di riconquistare palla lontano dalla propria porta. Noi dovremo essere bravi nei momenti giusti per avere superiorità numerica in certe zone del campo. Non siamo così presuntuosi dal dire che faremo partita dal primo all'ultimo, ma abbiamo consapevolezza per dire che faremo la partita quando gli avversari ce lo permetteranno".

Dal catenaccio al possesso palla: "Sin dalle partite di qualificazione abbiamo sempre cercato di esaltare le qualità dei nostri giocatori. Magari rischiamo qualcosa, ma in due anni di allenamento palloni alti non se ne sono mai visti. Dobbiamo continuare così, è una starda difficile, ma potrà essere vincente".

La crescita di Balotelli: "Mario ha trovato un ambiente dove si è confrontato con i grandi campioni, quelli che hanno vinto, che hanno saputo fare tanti sacrifici per arrivare ai grandi traguardi. Arrivi al punto che devi accettare situazioni come queste, dove la tua responsabilità diventa una priorità. Dopo la Croazia abbiamo chiesto a Balotelli di fare alcune cose e le sta facendo con grande convinzione, gli abbiamo chiesto di fare la punta e sta facendo la punta centrale con grande convinzione".