12
Un derby di Londra apre la quarta giornata di campionato nella Premier League inglese. Tre gol e tre punti per il Crystal Palace ai danni del Tottenham, che erano a punteggio pieno. Dopo dieci minuti gli Spurs perdono per infortunio Dier, sostituito da Rodon. Poi nella ripresa la squadra allenata da Nuno Espirito Santo resta in dieci uomini per l'espulsione di Tanganga, che rimedia due cartellini gialli nel giro di cinque minuti tra il 53' e il 58'. Davies subentra a Winks e commette un fallo di mano in area, causando il rigore trasformato da Zaha a un quarto d'ora dal novantesimo. Passano altri dieci minuti e lo stesso Zaha serve la palla del raddoppio a Edouard (appena entrato al posto di Benteke), che nel recupero fa doppietta e fissa il risultato sul 3-0

L'Arsenal vince 1-0 contro il Norwich e trova il primo successo in campionato dopo tre ko di fila. Ok anche il City che risponde alla vittoria dello United con l'1-0 in casa del Leicester firmato da Bernardo Silva e rimane a -1 dai Red Devils primi. La sorpresa di queste prime quattro giornate però è il Brighton, che con un gol di Trossard vince 1-0 in casa del Brentford e raggiunge la squadra di Guardiola al secondo posto. 0-0 tra Southampton e West Ham, il Wolverhampton vince 2-0 contro il Watford.

Alle ore 18.30 si chiude con la sfida tra i campioni d'Europa del Chelsea e l'Aston Villa: finisce 3-0 grazie alla doppietta di Lukaku (3 in campionato) e al gol di Kovacic. Domenica il Liverpool di Klopp gioca in casa del Leeds di Bielsa, lunedì sera c'è il monday night tra Everton e Burnley. 

I calciatori sudamericani che giocano in Inghilterra e non hanno risposto alla convocazione delle nazionali per le qualificazioni mondiali possono scendere regolarmente in campo. Dopo dei colloqui con la Fifa, Brasile, Cile, Messico e Paraguay hanno ritirato la richiesta di sospensione di cinque giorni per i vari Alisson, Fabinho e Firmino (Liverpool), Ederson e Gabriel Jesus (Manchester City), Thiago Silva (Chelsea), Raphinha (Leeds), Fred (Manchester United), Miguel Almiron (Newcastle), Raul Jimenez (Wolverhampton) e Francisco Sierralta (Watford).