172
Il presidente del PSG Al Khelaifi a tutto campo. Il numero uno dei francesi ha parlato a Le Parisien: "Verratti? Marco è come un figlio. Giocatore fantastico, un esempio, nel cuore del progetto. E’ cresciuto con il club, ama il PSG. Ne sono orgoglioso perché è pronto a morire in campo per la squadra. Pure da lui mi aspetto di più, che si prenda più responsabilità: le merita. E’ il miglior giocatore italiano".

SU DONNARUMMA - "Tante difficoltà per Donnarumma? E’ vero, ma parliamo del miglior giocatore dell’Europeo. E’ fantastico come persona, atleta e professionista. Poi, lui e noi sappiamo come stanno le cose".

SU TEBAS - "Tebas chi? Non do lezioni a nessuno né interferisco con altri club o leghe. E’ da maleducati pretendere di dire agli altri cosa fare. Non accetto lezioni da chi vede la Champions come una minaccia per il suo campionato. Ho un progetto da costruire, rispettando tutti".

SUL REAL - "Rispetto i grandi club. Il Real ha meritato la Champions: l’hanno festeggiata per giorni e poi vogliono ucciderla. A me piace vedere l’Ajax in semifinale, il Tottenham in finale. Ricordo con emozione le prime uscite in Europa del mio PSG, a Salisburgo con i tifosi a petto nudo al gelo. E’ l’anima del calcio. E’ ingiusto negarla con una lega chiusa. Non lasceremo che accada".