32
Bonazzoli e Puscas sono i giocatori chiamati a finalizzare il gioco prodotto dalla formazione allenata da Stefano Vecchi, ma chi ha osservato anche il derby vinto nettamente dalla Primavera nerazzurra contro il Milan sarà rimasto impressionato una volta di più dalle qualità e dalla fisicità dell'esterno Gaston Camara, l'ultimo dei gioielli scoperto dagli osservatori del settore giovanile guidato da Roberto Samaden. Ragazzo guineano classe '96 scovato in realtà nella stagione 2012/2013 dal Santarcangelo, Camara è stato prontamente segnalato agli scout nerazzurri e dallo scorso anno è entrato subito a far parte della Primavera, nonostante i suoi 17 anni.

PRIMA STAGIONE DA URLO - 30 presenze nel suo primo anno interista, con 6 reti tra campionato e Coppa Italia, Camara è la classica ala tutto talento e corsa, ancora da disciplinare sotto il profilo tattico. I passi in avanti fatti rispetto alla scorsa stagione sono evidenti e il ragazzo è cresciuto soprattutto sotto il profilo della continuità nella prestazione e della capacità di mettersi al servizio della squadra con frequenti ripiegamenti difensivi. Qualità messe in evidenza anche in occasione del Torneo "Mamma Cairo" in cui l'Inter rifilò un umiliante 6-0 al Milan e prima ancora nel Torneo Dossena a Crema (di cui Calciomercato.com è media partner), al termine del quale Camara è stato votato come il miglior calciatore della rassegna.
IL FANTASMA DI MARTINS - Dopo la recente promozione in prima squadra di Bonazzoli e in vista di un possibile inserimento nella rosa di Mazzarri del rumeno Puscas, capocannoniere del campionato Primavera con 13 reti in 6 gare, il talento guineano viene visto dagli addetti ai lavori come il prossimo campioncino in rampa di lancio. L'Inter ha cercato a lungo nelle ultime sessioni di mercato un giocatore con le sue caratteristiche (Lavezzi, Borini, Bonaventura, Konoplyanka, solo per fare alcuni nomi) e potrebbe presto accorgersi di avere in casa la soluzione ai suoi problemi. Nella speranza di non doversi ritrovare di fronte a un "nuovo Martins", un giocatore pronto per mezzi fisici e tecnici al salto in prima squadra ma poi incapace di confermarsi ad alti livelli, soprattutto sul piano mentale, dopo il grande salto.

PUSCAS DA RECORD - Un gol e due assist per Camara nel derby, addiriturra una tripletta per il rumeno George Puscas, che Calciomercato.com aveva già presentato in occasione del clamoroso exploit alla prima di campionato, con la sua incredibile cinquina alla Virtus Lanciano. 13 reti in sole 6 partite sono un bottino da record per un giocatore che si è detto pronto per l'eventuale promozione nella squadra di Mazzarri e che il solito infallibile Pierluigi Casiraghi, ds del settore giovanile nerazzurro, ha pescato questa estate per 600.000 euro nel Liberty Oradea, formazione DI una cittadina al confine tra Romania e Ungheria. Punto fermo dell'Under 21 del suo Paese (con cui ha segnato anche all'Italia di Di Biagio in occasione dell'amichevole dello scorso agosto), Puscas ha confermato nuovamente le sue grandi doti di finalizzatore abbinate a una tecnica di base e a una abilità nel proteggere la palla tipica del grande centravanti. Lo stop di Osvaldo e le difficoltà di Palacio nel trovare la miglior condizioni fisica potrebbero presto regalare a Mazzarri nuovi soluzioni per rilanciare la stagione nerazzurra.