Commenta per primo

Ormai lo sanno in molti: Jorge Mario Bergoglio non è solo il nuovo Papa, ma anche un super tifoso del San Lorenzo di Almagro. Nelle ultime ore, la sua foto con la bandiera rossoblu del club argentino ha fatto il giro del web. Tanti giocatori calciatori  e allenatori passati, o tuttora, in Italia hanno fatto parte della squadra del cuore di Papa Francesco. Eccone alcuni:

Il giocatore che la tifoseria del Ciclon ricorda con più nostalgia è Ezequiel Lavezzi. Il Pocho, nel 2007, è stato decisivo per la conquista del Torneo di Clausura, ultimo trofeo vinto dal San Lorenzo. Lavezzi ha segnato 26 gol in 93 presenze con la maglia rossoblu, prima di trsferirsi al Napoli.

Anche Ivan Ramiro Cordoba ha giocato con il club di Boedo, quartiere di Buenos Aires. Le sue 58 apparizioni con la maglia dei Cuervos (altro soprannome dei rossoblu) gli sono valse la chiamata dell’Inter nel gennaio 1999.

Dall’Inter alla Juve. Paolo Montero, dopo 9 anni con la maglia bianconera, nell’estate 2005 è passato, proprio, al San Lorenzo. Con il club argentino, Montero ha segnato un gol contro il Racing Avellaneda, in uno dei tanti derby di Buenos Aires. Impossibile, poi, non citare Rinaldo Martino, centravanti, anche lui, della Juventus dal 1949 al 1950 e, naturalmente, del San Lorenzo, il preferito di sempre di Papa Francesco.

Per quanto riguarda gli allenatori, non si possono non fare i nomi di Ramon Diaz e Diego Simeone. L’ex attaccante dell’Inter, ora sulla panchina del River Plate, è stato il tecnico del Ciclon dal 2007 e 2008, mentre El Cholo ha guidato il San Lorenzo nella stagione 2009-10, prima di diventare l’allenatore del Catania nel gennaio 2011.

Al momento, ci sono due giocatori, che giocano con la maglia azulgrana, che hanno militato recentemente nel nostro Paese. Si tratta di Mauro Cetto e Ignacio Piatti, rispettivamente al Palermo e al Lecce, prima del ritorno in patria. E nella Fiorentina, nella stagione attuale, gioca Gonzalo Rodriguez, che ha vestito anch'esso la maglia del San Lorenzo. 

Questi sono solo alcuni dei giocatori e degli allenatori che hanno fatto emozionare negli anni Papa Francesco, o meglio, "Papa Cuervo", come lo chiamano in Argentina, proprio per la grande passione per i Corvi di Buenos Aires.