737
Un finale intenso e acceso quello tra Empoli e Milan, in cui non mancano le polemiche. L'episodio incriminato arriva al 79' quando, i rossoneri passano in vantaggio con la rete di Rebic: il croato è messo a porta libera da Leao, ma ad innescare la rabbia dei toscani è la rimessa laterale di Sandro Tonali che lancia l'azione sorprendendo la difesa dei padroni di casa.

LA RICOSTRUZIONE - Come si vede dalle immagini di Sky Sport (nella foto i frame in questione), Tonali batte la rimessa laterale circa 10 metri più avanti rispetto al punto in cui effettivamente il pallone esce dal terreno di gioco: né l'arbitro né il guardalinee si accorgono del fatto e il tutto viene convalidato. A servire il centrocampista rossonero, inoltre, è Stefano Pioli che recapita il pallone nelle mani del proprio giocatore per accelerare ulteriormente la ripresa del gioco. Un episodio che ha acceso le proteste della panchina toscana e in particolare di Paolo Zanetti (l'arbitro Aureliano lo ammonisce), che a fine partita ha ribadito la propria delusione per l'accaduto: "Anche se sul primo gol che è un episodio spacca partita la palla è stata rimessa in campo 10 metri più avanti. Durante la gara questi dettagli fanno la differenza, è giusto arrabbiarsi, perché quando si fa così tanto per scalare una montagna bisogna arrivare fino in cima. La discussione è stata con l’arbitro, hanno battuto la rimessa molto più avanti". Lo stesso Tonali a fine partita ha ammesso la 'furbata': "Non ho guardato la posizione, era difficile in un secondo. Al massimo doveva essere l’arbitro a farla ribattere. Poi il gol è arrivato da questa rimessa anche un po’ furba ma era quello che dovevo fare in quel momento, ho fatto bene a non guardare perché era la cosa giusta da fare".

IL REGOLAMENTO - Non è certo un episodio nuovo nel calcio, in tutte le partite capita di vedere giocatori battere rimesse laterali non dal punto d'uscita del pallone. E nella maggior parte dei casi c'è una sorta di 'soglia di tolleranza' da parte dei direttori di gara che permette di non spezzettare eccessivamente il gioco. Capita però, anche, che allontanarsi eccessivamente dal punto corretto porti a interventi da parte degli arbitri: il più delle volte con un richiamo per intimare al giocatore di arretrare e posizionarsi correttamente, meno frequentemente che si decida di procedere con il ricambio, assegnando così la laterale alla squadra avversaria. L'episodio che coinvolge Tonali poteva rientrare in questa specifica casistica, tuttavia né l'arbitro Aureliano né i suoi assistenti hanno ravvisato l'imprecisione; da sottolineare, poi, che in questi casi non può intervenire il VAR.