111
L'operazione Paul Pogba è sempre più complicata ma la Juventus vuole provarci. Lo farà perché a centrocampo c'è bisogno di un colpo, perché Paul tornerebbe volentieri ma anche perché prima del Covid-19 c'erano margini reali di poter concludere tutto col Manchester United. Ora le complicazioni nascono dal dover parlare di scambi, in particolare c'è Adrien Rabiot tra i giocatori che la Juve ha proposto allo United come pedina di scambio valutandolo oltre 30 milioni come potenziale nell'operazione.

La risposta arrivata da Manchester è stata di un gradimento relativo per Rabiot: l'idea è di andare su giocatori più dinamici per il centrocampo, Bruno Fernandes acquistato a gennaio è l'esempio di un'operazione intelligente anche come ingaggio. Lo stipendio da 7 milioni fissi di Adrien è ritenuto spropositato dallo United che pure dovrà ritoccare il proprio monte ingaggi, di certo le valutazioni economiche per Rabiot pur stimando il giocatore non collimano con quelle della Juventus. Insomma, c'è distanza e difficilmente questa potrà essere la carta giusta per avvicinarsi a Pogba in bianconero. Si tratta, si tratterà ancora a lungo.