7
Alain Casanova, ex allenatore di Rabiot al Tolosa, parla a TuttoJuve.com del centrocampista della Juventus: “Aveva 17 anni e mezzo quando l'ho avuto, era giovanissimo e l'ho lanciato nei professionisti. Aveva un gran potenziale, già tanta sicurezza nei propri mezzi e una tecnica eccezionale col mancino. Possedeva già un ottimo primo tocco di palla, aveva grande padronanza sotto pressione e in zone dense del campo. Adrien era capace di far la differenza palla al piede, prendeva palla e si buttava come una mezzala, un numero 8, alla Pogba, in grado di rompere le linee anche un gran tiro. Era un giovane ragazzo, gli mancava esperienza, minutaggio, forza e potenza, ma si capiva che sarebbe diventato un grande. In 6 mesi, ha fatto una mezza stagione magnifica. E' arrivato in un grande club, un'istituzione con tutte le difficoltà legate al cambio di lingua, di paese e del modo di giocare. E' normale tutto questo. Ora, però, Adrien sta diventando uno dei giocatori chiave della Juventus, è il piu forte di tutti i centrocampisti bianconeri. E migliorerà ancora”.