Radar sempre accesi sui giovani talenti. Il nuovo Milan ha pescato molti prospetti negli ultimi mesi, una linea societaria che ha permesso di strappare anche alcuni ragazzi interessanti a club di livello come il difensore Tiago Djalò e non solo. Leonardo studia questo tipo di operazioni grazie allo scouting rossonero anche in Italia; Gabriele Corbo è certamente uno dei più promettenti, è un difensore centrale classe 2000, cresciuto nello Spezia e acquistato dal Bologna un anno fa. Un investimento intelligente, tanto che Corbo è stato già aggregato più volte alla prima squadra e continua nei suoi progressi da leader in Primavera.

IL MILAN C'E' - Lanciarlo subito è inverosimile vista la situazione di classifica del Bologna che richiede esperienza prima di tutto, ma Corbo è molto considerato in dirigenza e c'è da tempo la Juventus che lo segue da vicino. Ma la sfida è aperta e il Milan fa sul serio: lo ha visionato ancora nelle ultime tre partite con la Primavera, Corbo è assistito da Mino Raiola che lo aveva anche portato in prova al Bayern Monaco e sta studiando un futuro da talento vero per il centrale che ha compiuto da poco 19 anni. C'è da studiare l'offerta giusta al Bologna e giocare d'anticipo, tutt'altro che scontato visto che Corbo rientra tra i giovani con cui il presidente Saputo vuole rifondare la squadra che verrà. Ma il Milan c'è e si è attivato, segnate questo nome. Il futuro è suo.