1
Nel corso della giornata di oggi il presidente del Brescia, Massimo Cellino, aveva usato parole pesanti criticando la scelta di puntare su Mario Balotelli definendolo troppo "bambino" fuori dal campo. Pronta la risposta sui social network da parte del suo agente, Mino Raiola, che ha spento le polemiche.

L'ACCUSA DI CELLINO - “Balotelli? L’ho voluto io, ma s’è rivelato in atteggiamenti extra campo troppo superficiale, bambino. Anche se sia chiaro: non andremo in B per colpa di Mario, sarebbe sbagliato e riduttivo pensarlo. Non è stato gestito bene: se un bimbo è maleducato, la colpa è sempre dei genitori”.

LA RISPOSTA DI RAIOLA - "Cellino mi ha chiarito personalmente che la frase su Balotelli era una critica alla gestione fatta dal club, non alla famiglia. Le parole vanno sempre lette nel contesto. Nessuna polemica. Prendere frasi fuori dal contesto genera solo fake news".