Antonio Razzi, politico italiano, parla a Tuttosport del rapporto con Kim Jong-un: "utto è partito dal 2011. L’anno che Kim prende il posto del padre alla guida della Corea. Lo sapete, no, che da giovane aveva studiato a Berna e che andava a San Siro a vedere l’Inter e il Milan? Gli piace molto il calcio italiano. La nostra grande tecnica. Tifa Inter. Io Juve. Juventinissimo. Ma non abbiamo mai parlato di calcio. C’è troppa rivalità tra Inter e Juve, non volevo creare un motivo di attrito tra noi. Di mezzo c’era la pace del mondo. Pensavo, ridendo: Antò, non parlare della Juve a un interista, sennò poi questo qua ti spara! Parliamo in tedesco, io e Kim. Io ho vissuto per tanti decenni nella Svizzera tedesca, sono immigrato da ragazzino, c’era tanta povertà nella mia famiglia, si poteva mangiare la carne solo a Pasqua e a Natale".