60
La Roma è pronta a dare l'accelerata decisiva al suo mercato in entrata: Salah e Dzeko per completare l'attacco a disposizione di Rudi Garcia, un terzino sinistro per dare il cambio a Cole e sostituire Holebas (ad oggi, è derby francese tra Digne e Masuaku) ed eventualmente un centrale difensivo in caso, sempre più probabile, di partenza di Romagnoli. Ma il direttore sportivo giallorosso Walter Sabatini guarda anche al futuro e giungono conferme importanti dalla Spagna che l'intromissione per il centrocampista classe '96 del Fluminense Gerson, obiettivo dichiarato del Barcellona, stia sortendo i suoi effetti. Il quotidiano catalano Sport riferisce che l'offerta della Roma sfiora i 16 milioni di euro e il club campione d'Europa, dopo aver versato 4 milioni per ottenere il diritto di prelazione, ha tempo fino a domani per pareggiare l'offerta e chiudere per il calciatore, che ha già l'accordo con i blaugrana.
DZEKO PIU' VICINO - Nel caso in cui a spuntarla fosse la Roma, l'affare potrebbe comunque essere rimandato di un anno, visto che i capitolini vorrebbero riservare le due caselle riservate ai giocatori extracomunitari a Salah e Dzeko. Il Fluminense ha bisogno di fare cassa dopo l'arrivo di Ronaldinho e la Roma, acquistando da subito Gerson ma lasciandolo in prestito in Brasile per un'altra stagione, verrebbe incontro alle richieste del suo club. A proposito di Dzeko, l'attaccante bosniaco si è avvicinato sensibilmente in queste ore, visto che il Manchester City ha abbassato l'iniziale valutazione di 30 milioni di euro ed è disposto a cederlo per 24, bonus compresi. La Roma ha già alzato la sua proposta a 18 più bonus e con un ulteriore rilancio a 20 più 2-3 milioni di bonus l'affare può chiudersi definitivamente e regalare a Garcia il centravanti richiesto da inizio mercato.