1
"Restare a Roma è stata la scelta giusta". Inizia così la lunga intervista concessa da Edin Dzeko a Sky Sport. Parlando delle iniziative di Roma Cares, il centravanti bosniaco torna sulla scorsa estate, quando ha deciso di rimanere in giallorosso nonostante la corte dell'Inter: "Ho fatto la scelta giusta e non era difficile, ora ancora di più sono orgoglioso di far parte di questa società che in momenti difficili fa cose così importanti per i suoi tifosi che hanno bisogno di aiuto. Noi giocatori siamo a disposizione della società per aiutare in tutti i modi possibili".

RIPARTENZA - Il calcio italiano vuole ripartire dopo lo stop per l'emergenza coronavirus, con il 3 maggio come possibile data: "E' una questione delicata - commenta Dzeko -. Sicuramente in questo momento la cosa più importante è la salute di tutti noi, lo sport non è la priorità. Io come tanti amo lo sport ed è parte delle nostre vite. Quando la situazione si calmerà e non ci sarà più pericolo, è giusto finire il campionato perché è ciò per cui abbiamo lavorato tutti i giorni".
CAPITANO - Con il prestito di Florenzi al Valencia, Dzeko è diventato capitano della Roma: "La prima volta che sono stato capitano è stato negli ultimi sei mesi a Wolfsburg, poi sono andato al Man City. Negli ultimi sei anni sono stato capitano della Bosnia e sono orgoglioso. Poi, esserlo a Roma dopo Totti e De Rossi è un grande onore in questa società meravigliosa: io già da prima mi sentivo uno dei capitani, perché penso che ogni squadra abbia più di un leader dentro e fuori dal campo al di là della fascia".