72
La Roma vuole fare in fretta e non vuole più tirare per le lunghe un'operazione che sembrava ben avviata e per cui si sono susseguiti, nelle ultime settimane, diversi incontri. Oggi il ds giallorosso Tiago Pinto incontrerà nuovamente gli agenti del giocatore capitanati da Beppe Riso, e i vertici del Sassuolo, con l'obiettivo di mettere tutto nero su bianco e garantire a Mourinho di avere il centrocampista a disposizione già ad inizio ritiro.

DISTANZA - La Roma finora ha mantenuto il proprio ottimismo consapevole anche che il giocatore spera di fare ritorno nella Capitale. Le richieste del Sassuolo, tuttavia, sono rimaste incredibilmente alte e, sebbene sia arrivata l'apertura all'inserimento di una contropartita tecnica, la valutazione di 35 milioni di euro rimane lontana dai piani della Roma che non vorrebbe arrivare a garantire più di 25-27 milioni di euro per Frattesi.

LE CHIAVI - Come si può sbloccare questo empasse? Prima di tutto inserendo nell'affare la contropartita tecnica giusta con il Sassuolo che gradirebbe sia il centrocampista classe 2002 Bove che il fantasista classe 2003 Volpato, ma per cui non vuole andare oltre una valutazione di 2/3 milioni. Il 30% sulla futura rivendita la Roma lo lascerà al Sassuolo per abbassare la richiesta, ma servirà trovare il modo di alzare almeno a 18 milioni l'offerta per la parte cash in modo da avere una valutazione complessiva che superi i 30 milioni e si avvicini alle richieste neroverdi. Sullo sfondo rimane la Juventus che, se dovesse liberarsi in fretta di McKennie, Rabiot e Ramsey potrebbe tornare alla carica.