3
Paulo Fonseca, tecnico della Roma, ha parlato in conferenza dopo il pari contro l'Atalanta: "Non è facile affrontare una squadra come l’Atalanta. Ha vinto nove delle ultime dieci partite e noi abbiamo deciso di rischiare e pressare alto. Avevamo il problema dei loro contropiede. Nel primo tempo abbiamo comunque dimostrato personalità e nella ripresa, anche prima dell’espulsione, eravamo messi meglio”.

Spesso giocavate lanciando lungo, come mai?
“Sono situazioni diverse. Ho visto una squadra giocare contro l’Atalanta. La squadra giocava lungo solo quando c’era pressione in fase di costruzione, ma iniziare a giocare sempre dal basso con una squadra come l’Atalanta diventa rischioso. In determinati momenti non si può rischiare tanto, per questo andavamo su Dzeko”.

Sul primo gol preso
“Non possiamo lasciare liberi i giocatori. Il nostro problema è sempre stato il contropiede, la marcatura preventiva non ha funzionato. Non reagivamo bene dopo aver perso il pallone. In termini di organizzazione abbiamo fatto bene”

Quanta fiducia può dare questa prestazione in vista del Manchester United?
“Abbiamo prima il Cagliari che vogliamo preparare per vincere, ma la squadra ha dato segnali positivi. Giocare contro l’Atalanta non è facile”.

C'è rammarico per non aver portato a casa i tre punti nel finale? 
“Nel finale con un uomo in più abbiamo avuto le occasioni per fare il 2-1, ma dobbiamo essere onesti perché l’Atalanta nel primo tempo ha avuto tante occasioni. Il pareggio è un risultato giusto”.