Commenta per primo

'Non è un periodo bello, però c'è un gruppo storico di grande qualità umana che sicuramente starà riflettendo e cercando come venirne fuori'. E' il pensiero sul momento no della Roma di Christian Panucci, intervenuto telefonicamente a Retesport.

'La fiducia c'è perché la squadra è forte. Credo che il maggior problema sia la questione mentale, penso però che queste batoste li aiuteranno a tirare fuori il mordente. Ieri c'è stato un atteggiamento mentale di blocco, può succedere, per la sfiducia, per una condizione fisica non al meglio. È una squadra bloccata mentalmente. Trovo dell'analogia con l'anno dopo Catania con Spalletti. La Roma aveva bisogno di 2-3-4 elementi dalla campagna acquisti che si aggiungessero al gruppo storico. È sempre la stessa squadra, è un appagamento inconscio. Hanno bisogno di forze nuove, secondo me la rosa è stretta, giocano sempre gli stessi. Il modulo? Il mister ha cambiato perché vede che la squadra non è la stessa dell'anno scorso. Quando le cose vanno male penso che meno cambi è meglio è.  Adesso ci vuole una grande vittoria. A Roma è importante vincere, mi auguro che la vittoria arrivi a Brescia, e poi quella con l'Inter diventa fondamentale per la stagione. Se vinci, secondo me scappi di filotto un'altra volta'.