Calciomercato.com

Sassuolo-Roma, le pagelle di CM: Abraham ritrova il sorriso, la Roma quasi. Pinamonti dice no

Sassuolo-Roma, le pagelle di CM: Abraham ritrova il sorriso, la Roma quasi. Pinamonti dice no

  • Luca Bedogni
Sassuolo-Roma 1-1
 
Consigli 6:
ferma Shomurodov coi piedi, poi rischia tantissimo con un’uscita da dimenticare, tutto nel primo tempo. Nessuna colpa sul bel colpo di testa di Abraham.
 
Toljan 5,5:
contiene così così Zalewski, davanti non si vede quasi mai. Solito compitino.
 
Ayhan 5: si fa ammonire stendendo Zaniolo, gli sfugge pure Abraham in occasione del vantaggio giallorosso. Non una bella serata.
 
Ferrari 6:
fatica a prendere le misure al trio dinamico proposto da Mourinho. Sul gol subito non ha responsabilità.
 
Kyriakopoulos 6,5:
tiene d’occhio Celik prima, Karsdorp poi. Prezioso il lancio per Laurientè nell’azione del pareggio. Uno dei tanti, fra l’altro.  
 
(42’ s.t. Rogerio s.v.)
 
Frattesi 6:
con un gran tiro dalla distanza impegna Rui Patricio, ma in generale non è semplice sfuggire ai gamboni di Matic.
 
Lopez 5,5:
stressato e pressato da Volpato per tutta la gara, si fa ammonire poi rischia il rosso mandando a quel paese Ayroldi. Dionisi lo cambia giusto in tempo.
 
(29’ s.t. Obiang 6:
rimette in ordine la squadra prima del pareggio)
 
Harroui 5,5:
tanta grinta cieca. Forse più cieca che altro.
 
(19’ s.t. Thorstvedt 6:
aggiunge un pizzico di qualità in più, ma giusto un pizzico)
 
D’Andrea 6:
nel primo tempo sono diverse le sue iniziative. Manca ancora quel quid al momento.
 
(19’ s.t. Traorè 6:
il Sassuolo con lui diventa più pericoloso ma non per suo merito, solo perché ci sono più spazi)
 
Pinamonti 7:
un tocco da bomber che redime una prestazione altrimenti ancora troppo timida. Segna il terzo gol in maglia neroverde, il gol dell’uno a uno.  
 
Laurientè 7:
fondamentali le sue accelerazioni. Nell’azione del gol lascia lì Mancini e la mette precisa sul destro di Pinamonti. Aveva sfiorato il gol nel primo tempo con un bel tiro dal limite.
 
(42’ s.t. Berardi s.v.)
 
 
All. Dionisi 6,5:
qualcuno Pinamonti l’avrebbe forse cambiato, lui ha il merito di crederci fino alla fine, fino al gol del suo centravanti. Indovina le scelte nella ripresa, giusto in tempo per pareggiarla.    
         
Roma
 
Rui Patricio 6,5: sicuro sui tiretti di D’Andrea, bravo a deviare in angolo la botta di Frattesi. Decisivo su Traorè nella ripresa, non può nulla sul tocco di Pinamonti.  
 
Mancini 5,5: sorpreso spesso dagli scatti di Laurientè, come nell’azione del gol. Poco prima però aveva crossato sulla testa di Abraham il pallone del vantaggio momentaneo.
 
Smalling 5,5: nel primo tempo con una mano tiene Pinamonti, con l’altra il sigaro. Relax. Ma alla fine il bomber neroverde lo frega, svegliandosi dal torpore.
 
Ibanez 6: gioca semplice, la spazza. E difficilmente si fa superare.
 
Celik 6: mette una bella palla per Zalewski verso la fine del primo tempo. Poco altro. Il duello con Kyriakopoulos non è dei più esaltanti.
 
(19’ s.t. Karsdorp 5,5: lascia troppo solo Mancini, senza peraltro incidere nella spinta offensiva)
 
Matic 6: martella un po’ Lopez un po’ Frattesi, che prova a sfondare dalla sua parte. Si posiziona sulle linee di passaggio come un vecchio saggio, ma non sempre ci arriva.   
 
Cristante 6,5: non sarà il genio della lampada, ma com’è solido! I suoi recuperi sono sempre preziosi. Tira le orecchie a Zaniolo (ammonito) da vero leader. Nella ripresa entra nell’azione del gol servendo Mancini in fascia.
 
Zalewski 6: dietro non dà certezze, ma in proiezione è pur sempre più attivo di Celik. Ha buone idee con la palla e cerca bene la profondità. Solo che spreca l’occasione d’oro che gli capita sui piedi appena prima dell’intervallo.  
 
(19’ s.t. El Shaarawy 6: tuttafascia è utile, forse non così pericoloso)
 
Zaniolo 5,5: mette in porta bene Shomurodov, poi non segue convinto l’azione. Si fa ammonire per proteste, non arriva mai lucido al tiro.
 
(32’ s.t. Belotti s.v.)
 
Volpato 6,5: frizzantino e volenteroso, fa arrabbiare più di una volta Lopez, che fatica a stragli dietro.
 
(27’ s.t. Bove s.v.)
 
Shomurodov 5,5: generoso nelle corse, forse appena egoista davanti a Consigli. Avrebbe fatto meglio a passarla a Zaniolo?
 
(19’ s.t. Abraham 7: entra e segna di testa in torsione il gol del momentaneo uno a zero)
 
All. Mourinho 6: l’idea Shomurodov funziona sia per l’uzbeko (un po’ meno) che per Abraham. Poco equilibrio tuttavia nel finale, tant’è vero che rischia addirittura di perderla. Minimo sindacale.   
 
 

Altre notizie