183
La Roma ha staccato ed è in crollo verticale. Dopo la debacle europea sul campo del Manchester United, la formazione di Fonseca è incappata in un'altra sconfitta senza appello contro la Sampdoria, la terza nelle ultime 4 giornate, che mette fortemente a repentaglio anche il settimo posto in classifica. Con un tecnico da tempo condannato all'addio a fine stagione e una squadra in disarmo che potrebbe essere profondamente rivista con l'avvento del nuovo allenatore (molto probabilmente Sarri), anche il rapporto tra i tifosi e i calciatori è ai minimi storici. Come conferma l'ultimo episodio che ha visto protagonista il capitano Lorenzo Pellegrini.

IL LIETO EVENTO - Nel pomeriggio di ieri, il club giallorosso comunicava la defezione dell'ultim'ora del suo centrocampista, che andava ad aggiungersi a quelle di Pau Lopez, Spinazzola, Diawara, Calafiori, Veretout, Pedro, Carles Perez ed El Shaarawy. Ma se per questi i motivi erano esclusivamente ascrivibili a infortuni e problemi fisici di varia natura, per Pellegrini la situazione era ben diversa e riguardava la sfera privata: lui e la compagna erano in attesa del secondogenito, Thomas, che è effettivamente nato circa un'ora prima della partita con la Sampdoria. Da qui, la decisione di restare vicino alla sua famiglia in un momento così importante e rinunciare alla trasferta di Genova con l'assenso della società. Una circostanza assolutamente comprensibile, ma che non è andata giù a una parte del tifo giallorosso.
FOLLIA SOCIAL - "Felicitazioni alla signora, ma ora lascia la fascia da capitano che non ti compete", "Ora la fascia vada a Mancini o torni a Dzeko" e "Non esiste lasciare la squadra in una situazione del genere. Per nessun motivo al mondo", sono alcuni dei deliranti messaggi pubblicati sui vari social da diversi sostenitori della Roma, che già in passato avevano messo nel mirino Pellegrini per altri episodi, come la foto pubblicata in compagnia del capitano della Lazio Ciro Immobile, suo grande amico a dispetto della grande rivalità sportiva tra i club della Capitale.