L'ex allenatore della Roma, Fabio Capello, è intervenuto stamattina ai microfoni di Teleradiostereo. Ecco le sue parole

Un parere su una stagione che volge al termine: che è annata è stata per la Serie A?
“Buona, ma non a livello internazionale, perché c’è qualche rammarico per Roma e Juventus per la Champions. La solidità della Juve in campionato è stata messa in evidenza, il Napoli ha commesso il grave errore di festeggiare prima di aver superato la Juve, un errore che commettemmo anche noi ai miei tempi con la Roma: quando non sei abituato a vincere, purtroppo succede questo. Con l’uso del Var si è migliorato molto anche dal punto di vista arbitrale, ma rispetto al calcio spagnolo siamo ancora indietro”.

C’era una diffidenza su Di Francesco, ma ha dimostrato di avere una mentalità vincente.
“E’ stata una buonissima annata, non era facile subentrare a Spalletti, ma ha dimostrato grande personalità, ma Eusebio è intelligente. Però deve fare un salto di qualità sul cambiare la gara in corso”.

Chi vince il Mondiale?
“Il Brasile: vorrà riscattarsi per la figuraccia del 2014 in casa”.