5
Roma-Spezia 2-1

Roma


Svilar 6:  A sorpresa è lui a chiudere la porta di una stagione infinita. Si vede sbucare Nikolaou dal nulla nell’unica vera occasione dello Spezia

Celik: 5,5 Con Gyasi soffre molto soprattutto quando c’è da ripartire. Diventa così inefficace nelle due fasi. (1’st Llorente 6,5: Dà una bella m ano a Smalling per frenare Nzola)

Mancini 6: Una settimana storta, di quelle che non dimentichi. Gianluca prova a non pensarci ma qualcosa riaffiora inesorabilmente. (82’ Wijnaldum sv: fischiatissimo). 

Smalling 6: Dopo i 150 minuti di Budapest accusa anche lui l’acido lattico. A parte questo con lui non si passa. E non è una novità. 

Zalewski 7: Prova a guadagnare il fondo con qualche ripensamento di troppo. Nessun dubbio, invece, sul cross velenoso che punisce Zoet e regala al polacco la seconda rete stagionale

Cristante 6,5:  Ha un anno intero sulle gambe. Ritrova col passare dei minuti il bandolo della matassa e chiude una maratona personale difficilmente immaginabile a inizio stagione.

Bove 6: Ci mette volontà ma non ha la spensieratezza dei giorni migliori. (64’ Matic 7: Nemagna. Impone fisico e testa)

Pellegrini 6: Stringe i denti e gioca in condizioni più che precarie. Prova da calcio piazzato, tenta la fortuna anche da fuori ma lo smalto è opaco.

El Shaarawy 6,5:  Ha più freschezza, e si vede. Scheggia la traversa e prende spesso il fondo da solo, fino a quando Amian non lo tortura in area tanto da provocare il rigore

Dybala 7,5:  Il suo nome è il più acclamato, le sue lacrime le più dolorose da far seccare, il suo grido il più bello da sentire nelle notti di gioia e di tristezza. Prima Maresca gli nega un rigore, poi ne calcia uno solare. Quel pallone pesa, lui lo insacca e vola sotto la Sud.

Belotti 5: Non mancò il sudore, ma tutto il resto sì. C’è da fare più di una riflessione sul futuro. (64’ Abraham sv: entra, duetta con Dybala poi si fa male di brutto. 80’ Spinazzola sv)

All. Mourinho 7:  Finale epico, con tutto lo stadio che lo acclama. La Roma va oltre la fatica e gli ostacoli arbitrali, e si prende quell’Europa sfumata a Budapest
Spezia

Zoet 6,5: Para il parabile, il resto no

Amian 4,5: Gara sospetta, nel senso che il pericolo è nell’aria. Arriva nel finale con un rigore netto e il rosso

Ampadu 5,5: Nervoso, va su ogni scontro. 

Nikolau 6,5: Segna il gol della speranza, non basta

Bourabia 7: Uno dei migliori. Pulito, essenziale. (90’ Cipot sv)

Reca 6: Mette il fritto

Esposito 5,5: Leggerino (90’ Shomurodov sv)

Wisnieski 6: Tenace, con qualche sbavatura

Zurkowski 5,5: Fumoso (90’ Ekdal sv)

Gyasi 6: Mette in difficoltà Celik, ci tiene a tenersi stretta la A. (86’ Verde sv)

Nzola 5,5: Uno sguardo sul futuro. Con Smalling finisce a sportellate

All. Semplici 6: Ci prova, ma la Roma ha il furore di Budapest nella ripresa. Ora si gioca la salvezza allo scontro finale