303
La Roma pareggia 1-1 in casa col Venezia in una gara valida per la 37esima e penultima giornata di campionato in Serie A. I giallorossi restano sesti in classifica a -2 dai "cugini" della Lazio e con una lunghezza di vantaggio su Fiorentina e Atalanta, impegnate domenica in trasferta rispettivamente contro Sampdoria e Milan. I lagunari sono ultimi in classifica e già retrocessi in Serie B. Mourinho non rischia Zaniolo e rilancia dal primo minuto Spinazzola. 

Pronti, via e il Venezia passa subito in vantaggio con Okereke
 (già in gol all'andata) su assist di Aramu. La reazione della Roma è affidata a capitan Pellegrini, che centra l'incrocio dei pali su punizione. Alla mezzora gli ospiti sostituiscono l'infortunato Vacca con Fiordilino e poi restano in dieci per l'espulsione di Kiyine, autore di un fallo di reazione su Pellegrini.

A inizio ripresa triplo cambio di Mourinho: Karsdorp, Zalewski ed El Shaarawy subentrano a Maitland-Niles, Spinazzola e Kumbulla; più tardi Veretout lascia il posto a Shomurodov, autore del gol del pareggio. Prima i giallorossi avevano colpito due traverse con Cristante da fuori area e Pellegrini ancora su punizione, poi ne prendono un'altra nel finale con Zalewski. L'ultima occasione capita sui piedi di El Shaarawy, che non riesce a ribadire in rete la respinta del portiere su una conclusione di Abraham. Allo scadere dei minuti di recupero la Roma chiede un rigore per un presunto fallo di mano di Ebuehi, ma Sozza non fischia e il Var conferma la decisione dell'arbitro.