21
Biondo platino e sorridente. Non è il Granit Xhaka di tutti i giorni quello apparso sui social nelle ultime ore. Il capitano della Svizzera si trova a Roma, non ancora alla Roma. Ma al Tre Fontane per preparare la sfida all’Italia di domani sera. Il centrocampista prenderà le misure dello Stadio Olimpico, del campo dove probabilmente giocherà il prossimo anno agli ordini di Mourinho che lo ha richiesto in maniera specifica a Tiago Pinto e i Friedkin. Un primo assaggio di serie A contro Barella e Locatelli in attesa della definizione di una trattativa che può sbloccarsi da un momento all’altro.
OPERAZIONE - Le premesse per la fumata bianca entro la fine dell’Europeo ci sono tutte: la Roma vuole Xhaka, lo svizzero vuole la Roma e l’Arsenal non vuole più trattenerlo. Manca solo l’intesa tra parte variabile e bonus. Il club giallorosso è arrivato a 15 milioni totali puntando di fatto molto sul pressing del centrocampista al quale è stato offerto un quadriennale da 2,5 milioni. L’Arsenal chiede uno sforzo in più e probabilmente si chiuderà a 18. Quando? Ogni giorno è buono, ma l’impressione è che ormai si aspetterà il termine dell’avventura europea della Svizzera di Petkovic.  Nel frattempo Xhaka ha chiesto informazioni sulla serie A e su molte altre faccende italiane ad alcuni compagni di nazionale. L’indizio mediatico dell’atalantino Freuler («Mi ha chiesto come fossero le strade italiane») trova riscontro nei colloqui privati con altri giocatori, come Shaqiri e Rodriguez. Mourinho attende per avere il combattente di cui ha bisogno a centrocampo. Un reparto che il portoghese vorrebbe poi rinforzare con un altro acquisto.