126
Un giorno per far decantare il Gran Colpo di Milano, soprattutto perchè poi in questi casi, la penna finisce per immergersi nell'inchiostro del fanciullesco entusiasmo, tralasciando segnali e spunti interessanti sui quali ragionare. Dunque, sul fatto che la Roma disponga di un giocatore in grado di ribaltare il materasso come e quando vuole, lo sapevamo, ma certo vederglielo fare con quel guizzo al volo, signori miei, è roba che ancora adesso provoca il giusto effetto. A proposito, leggo sulla Gazzetta che Inzaghi – considerando il ritorno di Lukaku - avrebbe spinto per tenersi Correa e non prendere così Dybala, anche se Zhang aveva detto sì. Gli ci mancava pure questa, al 'poro Simone', con Dybala che vola e il Tucu che s'è visto poco e niente da quando è approdato all'Inter.
Ma non è di questo che voglio parlare ora. Piuttosto, l'interessante mossa di Mou e cioè tenere fuori uno dei Big Four tra Abraham, Dybala, Zaniolo e Pellegrini, spinge a qualche riflessione sul futuro assetto della squadra. La squadra aveva già evidenziato in alcune occasioni di soffrire lo sbilanciamento offensivo, con il risultato di mandare in apnea i centrocampisti di turno deputati più degli altri al lavoro di contenimento. Con Pellegrini falso nove, ad alternarsi con Zaniolo e Dybala, non solo non si è dato riferimento alla difesa di Inzaghi, ma si è arrivati ad un reset dell'assetto generale che ha dato maggior equilibrio. D'altra parte, se l'azzardo di giocare un po' sbilanciati non paga - come accaduto - sotto porta, allora è giusto fare dei correttivi. E Mou li ha fatti nella notte più complessa, contro l'Inter a Milano e dopo il ko interno con l'Atalanta. Proseguirà su questa strada? Vediamo. Anche perchè pensare a un Tammy panchinaro, o a Zaniolo prezioso ricambio, giusto per fare un paio di esempi, non è semplicissimo. Magari, in certe partite Mou userà tutti e quattro i 'Fab', soprattutto in casa, ma la via verso un assetto tattico più equilibrato contro certi tipi di avversari è ormai aperta e vedrete che Mourinho la frequenterà ancora.