27
Rose fino a 25 calciatori tra conferme ed esuberi in un ginepraio di regole nuove per il nostro campionato che tutti i club di serie A sono chiamati a rispettare.

Calciomercato.com si è, dunque, rivolta all'avvocato e procuratore sportivo Jean-Christophe Cataliotti, esperto di diritto calcistico e titolare della Cataliotti Football Workshop che organizza corsi di formazione per aspiranti osservatori e procuratori di calcio (per info si rimanda al sito www.footballworkshop.it) per porre alcune domande sulle norme procedurali inerenti la riforma voluta da Tavecchio.

Cataliotti è ormai risaputo che le società di serie A d'ora in poi potranno utilizzare nelle gare di campionato solo 25 calciatori, tra i quali 4 "formati nel club" e altri 4 "formati in Italia". 
Ma l'elenco dei 25 in lista quando e come deve essere presentato?
Ricordando che la ratio della riforma Tavecchio è da rinvenirsi nella linea di politica sportiva della FIGC volta alla valorizzazione dei calciatori formati calcisticamente nei club italiani, quest'ultimi, entro le ore 12 del giorno precedente la prima gara di campionato, sono stati tenuti a inviare via PEC (posta certificata) alla Lega l'elenco dei 25 calciatori.
Ci sono stati calciatori inseriti in lista e scesi in campo nella prima di campionato che, tuttavia, potrebbero essere venduti entro la fine di questa finestra di mercato. Che succede in questi casi?
I club potranno modificare l'elenco dei 25 calciatori. Il provvedimento adottato dal Consiglio Federale prevede, infatti, che l'elenco dei 25 calciatori possa essere variato fino alle ore 24 del giorno successivo alla chiusura del primo periodo di campagna trasferimenti. Ma vi è di più: l'elenco dei suddetti 25 calciatori, scaduto il predetto termine, può essere nuovamente variato dall'inizio del secondo periodo di campagna trasferimenti fino alle ore 24 del giorno successivo alla chiusura di detto periodo.

Fuori dalla finestre di mercato, le società possono procedere a variazioni all'elenco dei 25 calciatori?
La risposta è affermativa, ma possono procedere solo alle seguenti variazioni: a) sostituzione di un portiere con un altro portiere; b) sostituzione di un calciatore proveniente dall'estero per il quale non sia stata completata positivamente la procedura di rilascio del transfer; c) sostituzione di un calciatore al quale sia stato revocato il tesseramento; d) sostituzione di un calciatore con cui sia intervenuta risoluzione consensuale di contratto; e) sostituzione, per una sola volta nella stagione, fino a un massimo di due calciatori (diversi dal portiere) con altri due calciatori.
Il provvedimento federale avverte che le variazioni intervenute fuori dai periodi di campagna trasferimenti acquisiscono efficacia se trasmesse via PEC alla Lega entro le ore 12 del giorno precedente la gara.

Che succede se un calciatore non inserito nei 25 dovesse partecipare a una gara di campionato?
L'utilizzo in una gara di campionato di un calciatore non inserito nell'elenco dei 25 calciatori comporta per la società responsabile la sanzione della perdita della gara.